Chi pensa che smarrire token sia praticamente impossibile, è del tutto fuori strada.

Ogni anno vengono infatti perse le chiavi private di wallet contenenti un gran numero di Bitcoin e altre monete digitali, come del resto attestato da alcuni studi condotti al proposito.

Tanto da innescare vere e proprie caccie al tesoro come quella che riguarda in questo momento ben 553 Bitcoin, custoditi su un laptop che un utente di Reddit aveva regalato al fratello scomparso.

La vicenda

La vicenda è relativa ad un laptop che l’utente di Reddit noto come “Shotukan” aveva regalato al fratello, scomparso lo scorso agosto.

Il dispositivo è stato ritrovato nel corso di una ispezione delle sue cose, ma mancante di una parte non proprio secondaria: il disco fisso, al cui interno erano memorizzati i token.

Per capire l’entità del tesoro in causa, basti ricordare che ai valori attuali del mercato si tratterebbe di oltre 5 milioni di dollari.

Con un guadagno incredibile, se si pensa che i 553 Bitcoin erano stati acquistati nel 2010 quando la quotazione del token ammontava a pochi centesimi.

Oltre 1,5 milioni di Bitcoin sono già stati smarriti

La caccia al tesoro portata avanti da “Shokutan” si preannuncia estremamente complicata, come ha del resto tenuto a precisare lo stesso utente di Reddit.

Il fratello, infatti, era solito aprire i dispositivi per condurre esperimenti relativi al loro funzionamento, rendendo quindi molto difficile condurre una ricerca in tal senso.

A parziale consolazione di “Shokutan”, va comunque citato un rapporto di Coin Metrics, dal quale si evince come ammonti addirittura a 1,5 milioni il numero di Bitcoin che sino ad oggi sono stati smarriti per sempre senza peraltro lasciare la ragionevole speranza di poterli rintracciare.

A proposito di “Shokutan”

“Shokutan” è un utente il quale è riuscito a ritagliarsi una certa notorietà su Reddit. E’ infatti solito pubblicare con una certa frequenza su r / FindingFennsGold, una sottosezione che è espressamente dedicata allo svelamento di un famoso codice lasciato da Forrest Fenn, nel quale si accenna ad una scorta sepolta di tesori.

Proprio il recente 6 giugno è comparso in questa sezione l’annuncio che il tesoro è stato finalmente trovato.

Resta da capire se il riferimento sia ai Bitcoin cercati da “Shokutan” o meno, ma intanto la vicenda ha destato un notevole interesse.

Riportando alla luce un problema di non poco conto, quello relativo alla conservazione dei wallet detenuti, la quale dovrebbe essere contrassegnata da una serie di accorgimenti ben precisi, tesi proprio ad impedire che possano andare smarriti prima o poi.