Il momento attraversato da Ethereum, a livello di quotazione, non è dei più brillanti.

Nell’ultima settimana ha lasciato sul terreno oltre il 4%, nonostante il forte interesse che continua a suscitare l’ipotesi del prossimo arrivo della sua seconda versione, quella che vedrà l’esordio del meccanismo di consenso Proof of Stake.

Una seconda versione la quale potrebbe effettivamente ridare smalto al progetto e introdurlo in una nuova fase di crescita, preconizzata del resto da un gran numero di osservatori.

I fattori che favoriscono Ethereum

Se il momento non è brillantissimo, per quanto riguarda il feeling coi trader, va però sottolineato come un gran numero di analisti non faccia mistero di attendersi una notevole crescita di Ethereum nei prossimi mesi.

A favorire questa indubbia ondata di fiducia è una serie di fattori che sembrano in grado di porre le basi per una Bull Run, a partire da un dato ben preciso: il numero di indirizzi Ethereum con un saldo diverso da zero ha superato quello di Bitcoin.

Cosa vuol dire questo dato? Che Ethereum è avvertito come un progetto effettivamente utile nel quadro della finanza decentralizzata, a differenza della grande rivale, sempre più vista alla stregua di una pura e semplice riserva di valore o mero oggetto speculativo.

Il settore DeFi continua a crescere

Proprio il legame con il settore DeFi, insomma, è destinato ad incidere in maniera decisiva sulla prossima esplosione che, secondo molti, potrebbe essere messa in atto da Ethereum.

Per capire meglio il quadro occorre proprio ricordare come la finanza decentralizzata stia attirando le attenzioni sempre più forti di un gran numero di aziende decise a portare un attacco a quella tradizionale e ad un settore bancario in evidente affanno.

Basti ricordare nomi come Revolut, Transferwise, Qonto, Soldo e molti altri, i quali ogni volta che danno vita a round di finanziamento attirano capitali da ogni parte del globo.

Ethereum spina dorsale della DeFi

La maggior parte di questi soggetti si appoggia in effetti ad Ethereum, ravvisandovi le potenzialità in grado di aiutare il proprio business.

A differenza di quanto accade con un Bitcoin che, da un punto di vista strettamente tecnico sta ancora una volta evidenziando le problematiche che proprio Ethereum e altri progetti, ad esempio Ripple, si sono ripromessi di bypassare.

Proprio per questo motivo sono in molti a guardare al progetto di restyling in atto nel gruppo di lavoro guidato da Vitalik Buterin e ad attendere segnali in grado di far capire quando il processo in atto sarà portato alla prova dei mercati.