Una delle grandi novità per quello che riguarda la ricerca di lavoro in Italia è il Bonus Sud 2019, che entrerà in funzione a partire dal 1° maggio.

Vediamo le ultime novità.

Bonus Sud 2019

Secondo il decreto attuativo emesso dall’ANPAL, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro, il nuovo Bonus Sud 2019 sarà disponibile a partire dal 1° maggio 2019.

Bonus Sud 2019 dal 1° maggio, ma bisogna attendere la circolare INPS

Attenzione al fatto che affinché si possa effettivamente avere l’incentivo, bisogna attendere ancora la circolare attuativa dell’INPS.

In sostanza: si potrà usufruire del bonus per tutte le assunzioni fatte a partire dal 1° maggio in poi, anche se la circolare INPS dovesse uscire dopo quella data (fruizione retroattiva).

Finalità

La finalità di questo bonus è incentivare le aziende che lavorano nel sud del nostro paese ad assumere personale. Tipicamente si tratta di quelle zone e regioni dove c’è maggiore difficoltà a trovare un lavoro.

Incentivo Bonus Sud 2019, in cosa consiste

L’incentivo Bonus Sud 2019 è un esonero previdenziale della durata di 12 mesi per un importo massimo di 8.060 euro.

Può essere usato da tutti i datori di lavoro che fanno delle assunzioni tra il 1° maggio e il 31 dicembre 2019.

Per poter usufruire del bonus si può:

  • assumere lavoratori dipendenti di età compresa tra 16 e 34 anni;
  • assumere dipendenti di qualsiasi età, a condizione che siano rimasti senza lavoro per 6 mesi almeno.

Inoltre, la sede di lavoro dev’essere situata in una delle seguenti regioni:

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Molise
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia

Fondamentale che la sede di lavoro rimanga la stessa anche dopo l’assunzione, altrimenti si perde il diritto al bonus a partire dal mese successivo a quello di modifica della sede.

Il contratto di lavoro può essere:

  • a tempo indeterminato, anche in somministrazione;
  • di apprendistato professionalizzante.

Come presentare domanda di Bonus Sud 2019

Per poter fare domanda, bisogna rivolgersi sul sito dell’INPS secondo le modalità che saranno stabilite dalla circolare che verrà resa pubblica dall’ente pensionistico stesso.

Dal momento in cui l’INPS accerterà la presenza di tutti i requisiti e verificherà la bontà della domanda, darà esito positivo. Da questo momento, il datore di lavoro avrà 10 giorni di tempo per effettuare l’assunzione.