Vicenza apre le porte a “Vivere sani, Vivere bene”

di | 11 ottobre 2013 | attualità | Commenti disabilitati su Vicenza apre le porte a “Vivere sani, Vivere bene”

Joaquin Navarro-VallsLa scienza, la medicina, la musica, la letteratura, la fotografia, il teatro e il sociale si fondono per parlare molti linguaggi ma raggiungere un unico scopo: comunicare l’importanza della salute e del benessere personale. Dal 14 al 20 ottobre Vicenza apre le porte a “Vivere sani, Vivere bene”, la manifestazione organizzata dalla Fondazione Zambon Open Education che da anni si occupa, con passione e solidità scientifica, di divulgare, attraverso incontri, corsi e appuntamenti culturali, una corretta informazione sui temi legati alla salute, ma soprattutto di trasmettere l’utilità e la bellezza del prendersi cura di sé e degli altri.

Dopo il successo dello scorso anno – che ha raggiunto le 14.000 presenze – la quinta edizione sarà dedicata a “La Salute delle Relazioni”. Oltre 40 gli ospiti che prenderanno parte all’iniziativa e 22 gli appuntamenti in programma in molte sedi prestigiose della città palladiana. Da non perdere l’incontro ‘Il leader sconosciuto’ del medico, giornalista ed ex portavoce di Papa Giovanni Paolo II Joaquín Navarro-Valls (nella foto),lo speciale “Vademecum per camici bianchi e non” che vede Alessandro Bergonzoni in coppia con la filosofa Giusi Venuti per una riflessione sul rapporto medico-paziente, il progetto inedito sul tema di Paolo Fresu e Flavio Soriga, l’appuntamento con la cantante e paralimpica Annalisa Minetti e la presentazione del libro ‘Il Welfare aziendale’ di Tiziano Treu.

L’ambiente di lavoro, quello ospedaliero, la famiglia, la scuola, addirittura la cucina, sono solo alcuni degli ambiti in cui le relazioni e, la loro “salute”, diventano fondamentali. “Vivere sani, Vivere bene” analizzerà il tema attraverso numerose sfaccettature e all’interno di 4 percorsi ideali: Lavoro, Medicina, Giovani e Arte e Scienza. Molti i luminari e gli esperti dei vari settori come Alessandra Graziottin e Sergio Della Sala,solo per citarne alcuni, che prenderanno parte all’iniziativa che, con gli anni, è diventata un punto di riferimento nazionale per un momento di seria riflessione e approfondimento culturale sulla salute e il benessere.

“L’obiettivo della Fondazione – spiega Luca Primavera, Segretario Generale – è parlare di una tematica fondamentale come è la nostra salute in modo diverso, al passo con i tempi e a un pubblico ampio, che non si senta chiamato in causa solo quando deve sostenere una terapia, ma sempre, come persona informata su ciò che può concorrere al proprio benessere e a migliorare le buone abitudini. Per questo per noi, il vero successo della rassegna, consiste nel divulgare una cultura che metta al centro l’importanza di prendersi cura di se stessi”.

Comments are closed.