Venerdì la presentazione di “Omero nel Baltico” di Felice Vinci

di | 12 novembre 2013 | cultura | 0 commenti

OmeroSarà presentato venerdì alle ore 18 presso la biblioteca comunale di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano in provincia di Napoli il libro “Omero nel Baltico”, scritto dal ricercatore Felice Vinci, che ha teorizzato la collocazione delle vicende omeriche nel Mar Baltico. Il testo è stato già pubblicato in vari Paesi, fra cui gli Stati Uniti, dove nel 2007 è stato adottato come testo del “Bard College” di New York per un corso di alti studi omerici.

Nell’agosto 2007 in Finlandia ha avuto luogo un importante convegno scientifico internazionale sull’argomento. Nel marzo 2008 la presentazione presso la International Conference on Mediterranean Studies promossa da Athens Institute for Education and Research tenutasi ad Atene. Nel giugno 2012 l’Università ‘La Sapienza di Roma ha dedicato all’argomento un convegno ad hoc, intitolato “Le origini nordiche dei poemi omerici”. Il testo è stato tradotto in russo, inglese, svedese, danese e tedesco. Con l’autore interverrà Giuseppe Germano, professore di letteratura latina, medievale e umanistica e coordinatore del dottorato di ricerca in filologia classica, cristiana e medioevale umanistica, greca e latina dell’Università “Federico II” di Napoli.

Durante l’evento saranno inaugurate due mostre: “Frammenti Omerici” di Marco Fabbricatore e “Oltre il certo…” di Maria Gagliardi, che saranno fruibili fino al prossimo 29 novembre 2013. Seguirà un reading di un racconto inedito della scrittrice fantasy Anna Fabrello. L’evento, promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, Innovazione e Biblioteca, guidato da Michele Carbone, rientra nel programma di eventi della Biblioteca Comunale della Città di San Giorgio a Cremano a cura di Lineadarco.

Le iniziative in questione rientrano nel “Progetto Nove”, promosso dall’associazione Altanur. Evidenziando le connessioni esistenti tra arte e scienza, il “Progetto Nove” risulta essere un vero e proprio laboratorio creativo in cui artisti e ricercatori danno forma ad una collaborazione interdisciplinare per stimolare una visione fortemente unitaria della realtà con seminari, mostre, performance e cultura con l’apporto di ‘nomi’ importanti della scienza e della cultura nazionale ed internazionale.

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.