Mafia, sgominata rete di videolottery e gioco online

di | 13 gennaio 2016 | attualità, legalità | 0 commenti

gioco onlineLe scommesse online e le videolottery in mano alle mafie. Con l’operazione, denominata “The Imitation Game”, coordinata dalla Procura di Roma con il procuratore aggiunto della Repubblica Michele Prestipino, gli uomini dello Scico della Guardia di Finanza e dello Sco della Polizia hanno arrestato undici persone vicine a varie organizzazioni mafiose con l’accusa di gestire illecitamente gran parte delle attività di videolottery e gioco online. In manette anche un boss della ‘ndrangheta e un noto imprenditore del settore della raccolta del gioco via web, secondo gli inquirenti, collegato a clan camorristici.

A Luigi Tancredi, considerato il vertice dell’organizzazione criminale, è stata riconosciuta l’aggravante “mafiosa”, poiché ha avvantaggiato il clan dei Casalesi, nell’affermarsi nel settore delle scommesse illecite on line.

Spicca anche la figure di Nicola Femia, importante boss ‘ndranghetista che dalla provincia di Ravenna dirigeva, sul territorio nazionale ed estero, un’intensa attività illecita nel settore del gioco on line e delle videolottery.

Gli uomini delle Fiamme gialle e della polizia hanno inoltre eseguito il sequestro di beni mobili e immobili per un valore di decine di milioni di euro.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.