Terza notte di mobilitazione in difesa del Tribunale di Rossano calabro

di | 29 agosto 2013 | giustizia | Commenti disabilitati su Terza notte di mobilitazione in difesa del Tribunale di Rossano calabro

giudiceChe avvocati e, più in generale, operatori della giustizia in senso lato si mobilitino per evitare la chiusura di un Tribunale è nell’ordine delle cose. Ma che siano i cittadini a scendere in piazza, ed anzi a porre in essere un presidio permanente in difesa del Tribunale di Rossano è, senza dubbio, un fatto eccezionale. Per la terza notte le aule ed i corridoi del palazzo di giustizia hanno ospitato materassi e giacigli di fortuna. “La paventata chiusura del presidio, in un territorio tanto critico dal punto di vista criminale e infrastrutturale è semplicemente una enorme assurdità” – sostiene il Comitato in difesa del Tribunale annunciando lo studio di iniziative eclatanti.

La vicenda della chiusura dei Tribunali cosiddetti “minori”, ormai, non è più un tabù e va affrontata con serietà e senso di responsabilità. Vi sono delle aree del nostro Paese che non possono, e non devono, essere private del presidio di legalità. Ed altre, invece, che obiettivamente, potrebbero farne a meno. I tagli vanno sì fatti, in omaggio al principio della riduzione della spesa pubblica, tuttavia non si può decidere in forma generale ed astratta ma passando in rassegna regione per regione i casi particolari. Solo così si può evitare che il paventato diritto si trasformi in ingiustizia, come recita il vecchio broccardo romano.

Comments are closed.