Teatro, a Cava de’ Tirreni vita e morte di Paolo Borsellino

di | 7 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

borsellino“Per un uomo è normale avere paura, sempre. L’importante è avere il coraggio di affrontarla”. Questa massima è di Paolo Borsellino, il magistrato assassinato da Cosa Nostra il 19 luglio 1992 nella strage di via D’Amelio a Palermo. A lui ed alla sua carismatica figura l’Associazione culturale “Teatrazione” venerdì 10 gennaio, con inizio alle ore 20.30, presso il Social Tennis Club di Cava de’ Tirreni (Sa), dedicherà il decimo appuntamento della Stagione Teatrale Invernale “Li Curti”.

Intitolato “Paolo Borsellino – L’ultimo istante. Storia di un giudice italiano”, lo spettacolo (per la regia di Igor Canto e Cristina Recupito) vedrà esibirsi sul palco del Circolo metelliano, sito in via M. Garzia 2, gli attori Valeria Impagliazzo, Alessandra Ranucci, Igor Canto e Cristina Recupito, questi ultimi due anche registi ed autori della drammaturgia. Tratto da materiale di pubblico dominio, la rappresentazione evocherà i momenti salienti della vita del magistrato siciliano: l’infanzia, l’amicizia con Giovanni Falcone, la famiglia, la lotta alla mafia, la vita di giudice e, soprattutto, l’ultimo istante. Borsellino non verrà ricordato come l’“eroe” tanto osannato dai media, ma come un uomo con le sue paure, le sue incertezze, le sue passioni, i suoi ricordi.

Nato a Palermo nel 1940, Paolo Borsellino a soli 23 anni vince il concorso in magistratura e diventa il più giovane magistrato d’Italia. All’inizio si occupa solo di cause civili, poi passa al penale. A 39 anni il suo nome balza all’onore delle cronache: Borsellino compare sui giornali per un’inchiesta sui rapporti tra mafia e politica nella gestione degli appalti pubblici. È il 1980, l’anno in cui Cosa Nostra cambia volto: ai vecchi uomini d’onore si sostituiscono i sanguinari corleonesi capitanati da Totò Riina. È solo l’inizio delle ben note vicende tristemente culminate nella strage di via D’Amelio. Con la Direzione artistica di Geltrude Barba, la Stagione Teatrale Invernale “Li Curti” è promossa dal Teatro Luca Barba, in collaborazione con l’Associazione Koinè, la Città di Cava de’ Tirreni, l’agenzia di comunicazione integrata MTN Company, il Social Tennis Club di Cava de’ Tirreni e Grafica Metelliana.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.