Successo di NuovaKlassica al Teatro Parioli, parla il M° Carlo Stoppoloni

di | 28 dicembre 2013 | cultura | 0 commenti

Carlo StoppoloniHa riscosso un notevole successo di pubblico e di critica la delicata rivisitazione de “Lo Schiaccianoci”, ispirato alla favola di E.T.A. Hoffmann, ad opera dell’Orchestra NuovaKlassica che, sotto l’attenta direzione del Maestro Carlo Stoppoloni (nella foto), si è esibita al Teatro Parioli di Roma. Al Maestro abbiamo rivolto alcune domande.

Come nasce NuovaKlassica?

Nuovaklassica nasce dal felice incontro tra il maestro Ernesto Celani e il sottoscritto presso il conservatorio S. Cecilia di Roma. Io allievo della classe di direzione d’orchestra e lui, violinista dell’orchestra del conservatorio. Le amicizie nascono da quel feeling che si instaura immediatamente prima di conoscersi. Lo spirito di dedizione alla musica e la passione per essa sono state le motivazioni principali per intraprendere questo nuovo, autonomo e determinato percorso…da questo, con grande impegno ha preso vita Nuovaklassica. Nuovaklassica oggi rappresenta una realtà consolidata, che continua a basare il suo impegno sulla qualità della proposta musicale e sulla professionalità elevata di quanti ne fanno parte.

C’è qualche episodio della sua carriera a cui è legato particolarmente?

Senza dubbio l’incontro con il maestro Wolfgang Sawallisch. Andai a sentire una sua conferenza all’accademia di Santa Cecilia e rimasi letteralmente affascinato dalla grandezza del personaggio, dalla sua competenza e dalla personalità dei grandi. Alla fine della conferenza andai a salutarlo e mi presentai a lui con spontaneità e filiale devozione. Il maestro rimase talmente colpito dalla mia appassionata dedizione alla musica che mi consigliò di seguirlo negli appuntamenti italiani che lo avrebbero visto impegnato nei mesi successivi: Firenze al Maggio Fiorentino, Milano Teatro alla Scala, Torino Auditorium Lingotto e così via, per dieci indimenticabili anni, in ogni teatro europeo e non nel quale il Maestro era prestigioso ospite.

Quali sono i progetti futuri dell’Associazione?

Nuovaklassica si è fatta spazio in un panorama variegato e allo stesso tempo disastrato dalle istituzioni musicali che purtroppo non hanno sostenuto la musica ma hanno, per interessi esterni ad essa, contribuito al degrado e alla sua svalorizzazione. Oggi l’itinerario è segnato ancora una volta alla luce della qualità, professionalità, alla continua ricerca di ritrovare il pubblico, riappassionarlo alla Classica e fargli riscoprire l’immenso valore culturale che ricopre, soprattutto per il nostro paese. Siamo approdati al prestigioso Teatro Parioli, grazie alla fiducia del maestro De Filippo, della signora Tibaldi e del dottor Vacca, a gennaio saremo al Teatro Eliseo per Eliseo Classica e, a Marzo, ospiti della Stagione concertistica degli Amici della Musica di Foligno. Sempre in salita, con i piedi ben saldi al terreno ma con la grande passione per la Musica.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.