Sisma in Abruzzo, interrogazione alla Commissione Ue di Rivellini

di | 6 novembre 2013 | politica | 0 commenti

terremoto“Ho presentato un’interrogazione per l’ingiustificato attacco mediatico che l’Italia ha subito col dossier Sondergaard sugli pseudo-scandali relativi alla ricostruzione post terremoto dell’Aquila”. L’annuncio è del parlamentare europeo Enzo Rivellini, il quale domani alle ore 14,30 presso la Sala Stampa del Parlamento Europeo a Bruxelles terrà una conferenza stampa “per illustrare tutte le anomalie del rapporto Sondergaard”. Successivamente dalle 16 se ne discuterà in Commissione Cont: è prevista la diretta streaming della seduta della commissione.

“Lo scorso 4 novembre – recita il testo dell’atto ispettivo – é stata presentato, in una conferenza stampa, il documento di lavoro sulla relazione speciale n. 24/2012 ” risposta del Fondo di Solidarietà dell’Unione europea al terremoto del 2009 in Abruzzo: pertinenza e costo delle operazioni”, presentato dal deputato Soren Bo Sondergaard”.

“Considerato il clamore mediatico e il forte impatto registrato in Italia come in altri paesi Membri sulla vicenda” e “le accuse e le forte allusioni contenute nel documento nei riguardi dell’operato dell’Italia ma anche della stessa Commissione. Per lo più risultanti in una serie di dati non verificati, presunti e estrapolati in maniera confusa dal contesto” e “considerate le dichiarazioni del portavoce della Commissione della giornata di lunedi 4 novembre” l’esponente politico italiano chiede alla Commissione europea se puó chiarire la sua posizione circa le affermazioni del deputato Sondergaard ed in particolare sulla possibilità di restituzioni di somme eventualmente percepite dall’Italia a valere sul Fondo di solidarietà per il terremoto in Abruzzo?”. Ma c’è di più. Rivellini chiede ai vertici della Commissione se ritengono “che l’Italia abbia mal operato rispetto alla gestione della tragedia del post terremoto da un punto di vista della spesa effettuata con l’ausilio del fondo di Solidarietà”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.