Sanità, appello di Federfarma: farmacie pronte ma la politica faccia di più

di | 4 marzo 2014 | sanità | 0 commenti

logoFederfarmaLe farmacie italiane sono pronte a far decollare l’offerta di servizi sanitari: ”Abbiamo le strutture, i collegamenti, le competenze ma chiediamo alla politica quel passo in più perché possiamo concretizzare un’offerta ai cittadini sempre più accessibile ed economicamente sostenibile”. Parola di Anna Rosa Racca, presidente di Federfarma, che oggi a Roma presenta proprio alla politica, ma anche agli altri attori del sistema sanitario nazionale, il ”nuovo progetto per la farmacia italiana messo a punto da Federfarma”.
”Oggi è davvero il momento di fare un passo avanti”, spiega Racca sottolineando che dal 2009 alcune cose sono state già realizzate. ”I risultati ottenuti – dice – evidenziano che la farmacia è una risorsa. Noi ci stiamo preparando: abbiamo già realizzato le piattaforme che ci consentono di metterci in rete nell’offerta dei servizi, strumenti che presenteremo già a maggio al Cosmofarma in calendario a Bologna”.
Quello che manca è proprio, secondo Racca, un impulso più forte dalla politica – ”che chiederemo oggi al ministro e al coordinatore delle regioni per la sanità”- a partire dalle Regioni a cui Federfarma chiede una maggiore uniformità. E serve la stipula della convenzione. ”I servizi che offriamo e che offriremo – conclude la presidente di Federfarma – sono il più delle volte gratuiti per i cittadini ma i farmacisti offrono il loro impegno. Il modello di riferimento è quello del cup realizzato in Lombardia dove i farmacisti offrono un servizio a un prezzo inferiore a quello precedente attraverso un accordo preciso”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.