Salta l’aumento della tassazione delle rendite finanziarie

di | 29 gennaio 2014 | economia | 0 commenti

renditeBrutte notizie per chi spera che il governo si impegni concretamente per un fisco più equo. La commissione Bilancio del Senato infatti ha dato parere negativo all’emendamento al dl Milleproroghe (approvato dalla commissione Affari costituzionali) che prevedeva un aumento della tassazione dal 20 al 27% delle rendite finanziarie “spot” (cioè le compravendite speculative concluse nelle 48 ore) per coprire il congelamento fino a giugno dell’aumento della tassazione al 58,5% sulle sigarette elettroniche.

La Commissione ha cassato la copertura della proposta dando parere contrario sulla base dell’articolo 81 della Costituzione, sull’indebitamento pubblico. Il provvedimento, approvato ieri dalla commissione Affari costituzionali, è all’esame dell’Aula del Senato.

 Il recupero dei 150 milioni stimati di perdita di gettito con il blocco della tassazione al 58,5% sulle e-cig almeno fino a giugno potrebbe arrivare dalla spending review o, meglio, da una parte delle risorse che saranno recuperate con il taglio degli affitti pubblici. Ma anche su questa nuova ipotesi di copertura il governo avrebbe già manifestato la sua contrarietà. Se non si troverà un accordo, quindi, salterà anche il rinvio della tassazione sulle sigarette elettroniche.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.