Roma, Appia Antica presto off limits per le automobili

di | 21 aprile 2017 | ambiente, attualità | 0 commenti
“L”Appia Antica è un parco archeologico importantissimo e va difeso. Stiamo per chiudere una conferenza dei servizi che vedrà l’istituzione di varchi sull’Appia Antica. Il transito sarà consentito solo a mezzi pubblici,taxi e ncc. Questo stimiamo che ridurrà l’impatto del traffico privato dell’80%-90%. Quando entreranno in vigore i varchi? Secondo me per l’estate avremo concluso questa operazione”. Lo annuncia l’assessore alla Mobilità di Roma Linda Meleo a ELive Roma TV.
 
“Spesso sono andata a fare dei sopralluoghi sull’ Appia Antica, spesso in bici e ho rischiato la vita, perché percorrerla di sabato pomeriggio è molto pericoloso – ha spiegato Meleo -. In virtù di questo ma anche del fatto che l’ Appia Antica è un parco archeologico importantissimo patrimonio dell’Unesco e va difeso”. Secondo Meleo i varchi “ridurranno drasticamente il traffico dell’auto privata. Non possiamo più ammettere che auto private passino in maniera incondizionata in un parco archeologico a cielo aperto. E in più ci sarà un varco nella zona di Porta San Sebastiano che impedirà l’accesso dal centro verso la periferia di quella parte dell’ Appia.
 
Ciò significa che il tratto dove ci sono le attività commerciali potrà essere accessibile solo passando da via Ardeatina, per poi tornare indietro. Questa è un ottima notizia per chi crede che l’ Appia Antica vada tutelata e debba essere un patrimonio messo a disposizione di cittadini e turisti. Quando entreranno in vigore i varchi? Stiamo per chiudere la conferenza dei servizi, poi ci sarà una delibera di giunta di qui a breve e la realizzazione dei lavori. Secondo me per l’estate avremo concluso” la sua risposta.
 
Entro il 2018, inoltre, il Campidoglio pianifica una stretta per le auto in centro e un carnet di ingressi, con prezzi differenti tra residenti e non, per accedere all’area subito successiva. “Il ticket di entrata in città è un mezzo sia per limitare l’inquinamento, sia per far sì che chi inquina possa pagare per quello che inquina, per poi reinvestire le risorse in attività di mobilità sostenibile – ha spiegato l’assessore alla Mobilità Linda Meleo a Elive Roma Tv -. L’idea è di creare di qui al 2018 una Ztl centro storico veramente molto chiusa e una zona intermedia tra Ztl centro storico e Anello Ferroviario in cui verrà applicato questo ticket all’ingresso. Per applicare questo modello con il ticket all’ingresso, abbiamo bisogno di chiudere un’altra zona con le telecamere e in parte già lo stiamo facendo con la Ztl per i veicoli a motore (abbiamo già montato 21 telecamere) e con risorse cha abbiamo a disposizione da qui al prossimo anno, anno e mezzo chiuderemo un nuovo anello e lì applicheremo le nuove politiche per la mobilità sostenibile”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.