Rifiuti Lazio, Fattori (M5S): “Verifiche nel sottosuolo delle discariche di Cerroni”

di | 15 gennaio 2014 | ambiente | 0 commenti

FattoriDopo l’arresto di Cerroni il Governo verifichi lo stato del sottosuolo delle sue discariche per evitare una “Terra dei Fuochi” nel Lazio. Lo chiede, con forza,   Elena Fattori (nella foto), “cittadina” del Movimento 5 Stelle a Palazzo Madama, secondo la quale “l’arresto è solo l’inizio e non deve assolutamente essere il fumo negli occhi per rimanere inermi di fronte al problema della gestione del ciclo dei rifiuti”.

“Proprio per questo motivo – si legge in una nota – oggi è stata presentata una interpellanza rivolta al Presidente del Consiglio Enrico Letta, al Ministro dell’ambiente Andrea Orlando, al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e al Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, un’interpellanza (2-00108 pubblicata il 14 gennaio che chiede sostanzialmente che tutti i siti coinvolti nel giro d’affari di Cerroni, vengano analizzati zolla per zolla”.

“Tutti gli apparati Regionali preposti – continua il documento fatto pervenire agli organi di informazione – si sono dimostrati inadeguati e inquinati nei loro esponenti di gestione e controllo, per questo motivo nell’atto si fa riferimento al potere sostitutivo dello Stato che, vista anche la situazione della Terra dei Fuochi che probabilmente poco differisce da quella del Lazio, oggi è in dovere di garantire la salute pubblica e una corretta e virtuosa gestione del ciclo dei rifiuti”.

Secondo l’esponente politica “gli accadimenti di questi giorni, il cui plauso va anche e soprattutto ai comitati di cittadini che da anni lottano senza sosta per vedere i propri diritti rispettati, fanno sospettare e temere danni sociali irreparabili se non fermati in tempo”. “Il Governo – conclude – prenda in mano la situazione”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.