Pmi, dall’Unione europea 2,3 miliardi

di | 2 dicembre 2013 | economia | 0 commenti

PmiAnche la Ue punta sulle Pmi, per l’Italia sarà un’occasione da non perdere. Il Parlamento europeo ha approvato il programma Cosme (Competitiveness of enterprises and small and medium sized enterprises) diretto al sostegno e alla crescita delle piccole e medie imprese – che rappresentano il 99% delle attività produttive dell’Unione – per i prossimi sette anni. L’obiettivo è dare slancio all’economia agevolando l’accesso al credito per le piccole imprese e migliorare l’accesso ai mercati all’interno e all’esterno dell’Europa. Cosme dispone di un bilancio di 2,3 miliardi per il periodo 2014-2020 e sarà attivo dal 1 gennaio 2014. Il Cosme assisterà l’economia e i cittadini anche in altri modi: gli imprenditori godranno di un accesso più facile ai mercati nell’Ue e oltre i confini. In secondo luogo i cittadini che vorrebbero avviare un’attività autonoma, ma incontrano attualmente difficoltà nell’impiantare o sviluppare la propria impresa, riceveranno servizi e assistenza su misura. Infine, le autorità degli Stati membri riceveranno una migliore assistenza nella loro attività di elaborazione e attuazione di riforme politiche efficaci. Il programma, si prevede, aiuterà 330mila imprese della Ue ad ottenere credito.
Nello specifico, il 60% della somma a disposizione sarà utilizzata direttamente per fornire finanziamenti alle Pmi attraverso capitale di rischio o garanzie sui prestiti, mentre la restante parte sarà rivolta a coadiuvare l’azione di snellimento della burocrazia e ad aiutare l’accesso al mercato per le Pmi. Per migliorare l’accesso al credito delle Pmi sono stati previsti due differenti strumenti, disponibili a partire dal 2014: il “Loan Guarantee Facility” e l’“Equity Facility for Growth”. Il primo avrà il compito di finanziare garanzie e contro-garanzie a favore degli intermediari finanziari che concederanno credito alle imprese. Il secondo, invece, dovrà ad esempio fornire direttamente finanziamenti alle imprese sotto forma di debiti mezzanini o venture capital.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.