Papa Francesco ai nuovi cardinali: non siamo a corte, basta intrighi e chiacchiere

di | 23 febbraio 2014 | attualità | 0 commenti

Papi concistoro“Il Cardinale entra nella Chiesa di Roma, non entra in una corte. Evitiamo tutti e aiutiamoci a vicenda ad evitare abitudini e comportamenti di corte: intrighi, chiacchiere, cordate, favoritismi, preferenze”. Ecco la Chiesa di Papa Francesco (nella foto l’abbraccio con il Papa emerito, Benedetto XVI – immagini che hanno fatto il giro del mondo e sono entrate nella storia) di cui l’altro Francesco, quello battezzato con il nome di Giovanni, nato ad Assisi a cavallo tra il 1181 e il 1182, sarebbe stato davvero fiero. “Gesù – ha proseguito – non è venuto a insegnarci le buone maniere, maniere da salotto! Per questo  non c’era bisogno che scendesse dal Cielo e morisse sulla croce. Gesù chiede di amare chi non lo merita, senza contraccambio, per colmare i vuoti d’amore che ci sono nei cuori, nelle relazioni umane, nelle famiglie, nelle comunità, nel mondo”.

Il Santo Padre ha celebrato la Messa in San Pietro con i nuovi cardinali creati nel Concistoro di ieri. Nel corso della omelia ha pronunciato parole molto forti e chiare sulla necessità di un cambio di passo nella Chiesa. “Evitiamo tutti e aiutiamoci a vicenda – ha detto l’ex primate di Argentina – ad evitare abitudini e comportamenti di corte: intrighi,chiacchiere, cordate, favoritismi, preferenze. Il nostro linguaggio sia quello del Vangelo: sì, sì, no, no, i nostri atteggiamenti quelli delle Beatitudini, e la nostra via quella della santità”.

“Cari fratelli cardinali – ha proseguito – rimaniamo uniti in Cristo e tra di noi! Vi chiedo di starmi vicino, con la preghiera, il consiglio, la collaborazione”. Aggiungendo un passo “a braccio” ha chiesto a tutti i porporati di fare un lavoro di “conversione del cuore”, sollecitandoli a “lasciarsi guidare dallo Spirito di Cristo, che ha sacrificato sé stesso sulla croce”, divenendo, in tal modo, i “canali” in cui scorre la sua carità”. “Questo – ha spiegato il Successore di Pietro – è l’atteggiamento, questa è la condotta di un cardinale”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.