Oscar di Bilancio 2013, ieri la cerimonia di consegna

di | 3 dicembre 2013 | attualità | 0 commenti

Oscar-BilancioSi è tenuta ieri presso la sede di Borsa Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la 49esima cerimonia di consegna degli Oscar di Bilancio, premio promosso e gestito da Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana. Tra i vincitori di quest’anno, l’Anpas – Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Autogrill, Banca Generali, Bcc di San Marzano di San Giuseppe, Filca Cooperative, Itas Mutua, Sabaf.

In apertura della cerimonia, l’intervento in collegamento video di Flavio Zanonato, ministro dello Sviluppo economico, secondo il quale il premio è “rilevante per il sistema delle imprese che oggi competono sempre di più anche sulla trasparenza e qualità dei loro bilanci, per trovare consenso tra i propri stakeholder e ottenere credibilità sui mercati”. Ilo ministro ha sottolineato che “il nostro Paese sta attraversando una fase di crisi economica molto pesante, ma è anche noto che in molti settori continuiamo ad essere forti e competitivi. Lo siamo soprattutto quando portiamo i nostri prodotti all’estero, quando innoviamo tecnologicamente le nostre attività produttive e sappiamo rendere conto del nostro operare. Oggi nel mercato globale, così come nel mercato interno, la credibilità sulla qualità di un prodotto, sulle procedure attraverso le quali questo viene commercializzato, sulle attività che ne consentono la produzione è una moneta fondamentale”.

L’Oscar di Bilancio 2013 ha premiato quest’anno dieci diverse categorie dal finanziario al manifatturiero al non profit, che sono state valutate da nove Commissioni di segnalazione, composte complessivamente da oltre 100 professionisti individuati dalle Associazioni Partner, insieme all’autorevole Giuria, da quest’anno presieduta dal professor Andrea Sironi, Rettore dell’Università Bocconi di Milano. Il presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano ha spiegato che “per le imprese, e direi per tutte le organizzazioni ormai, dialogare con gli stakeholder significa accrescere l’accettabilità dei propri insediamenti e delle proprie attività produttive, facilitare la realizzazione di nuovi investimenti, associare prodotti e servizi a valori condivisi. I bilanci, intesi come strumenti che vanno ben al di là della comunicazione obbligatoria, oltre a garantire un’informazione completa ed esaustiva, rompono quelle barriere di scetticismo che a volte non consentono di comprendere appieno le motivazioni industriali di un’operazione e contribuiscono a creare quella cultura della comunicazione e della trasparenza, che si diffonde progressivamente agendo come un enzima”.

“Trasparenza, visione, qualità del management, valore aggiunto italiano nella percezione internazionale” è la tavola rotonda dedicata a un tema di grande interesse e attualità che ha aperto l’evento e ha visto la partecipazione di investitori istituzionali e un parterre di primarie aziende italiane. Il dibattito, moderato da Alessandro Plateroti, vice direttore del Sole 24 Ore, ha coinvolto autorevoli esponenti dell’economia e della finanza italiana: Valerio Battista, Ceo Prysmian; Maurizio Tamagnini, Amministratore Delegato Fondo Strategico Italiano; Gianmario Tondato Da Ruos, Ceo Autogrill oltre all’investitore internazionale Jiri Zrust, Managing Director Macquarie Infrastructure and Real Assets.

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.