Operaio muore cadendo da 10 metri in Fincantieri

Ennesimo incedente mortale sul lavoro, è successo a Sestri Ponente, dove un operatio quarantenne stava effettuando dei lavori di saldatura a quello che sarà il vano ascensore di una nave in allestimento nel bacino di carenaggio Fincantieri. L’uomo era su un’impalcatura a 10 metri di altezza dalla quale è caduto morendo sul colpo.

“Con riferimento all’incidente mortale avvenuto in serata presso il cantiere di Sestri Ponente, Fincantieri partecipa con profondo cordoglio al dolore della famiglia, garantendole sin d’ora il pieno sostegno”. Lo riferisce l’azienda. “La società sta assicurando alle autorità competenti il massimo impegno per l’accertamento delle cause che hanno provocato l’incidente mortale”.

La rappresentanza sindacale di Fincantieri di Sestri Ponente ha indetto per domani uno sciopero di otto ore con blocco delle portinerie per chiedere più sicurezza sul lavoro. La vittima si chiamava Salvatore Lombardo, aveva 43 anni: di origine calabrese, abitava con moglie e figli in via Onorato nel quartiere di Marassi a Genova. Era dipendente della Carpenteria Ottaviani titolare di lavori in sub appalto sulla nave da crociera in costruzione. L’operaio avrebbe perso l’equilibrio da una tavola. All’incidente potrebbero avere assistito due fratelli anch’essi dipendenti della stessa ditta e in servizio sulla stessa nave.

Lascia un commento