Omicidio Ilaria Alpi: nuove carte, si valuta riapertura del caso

di | 17 aprile 2018 | attualità, giustizia | 0 commenti

Nuovi documenti inediti potrebbero riaprire l’indagine relativa all’omicidio della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin, avvenuta il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio, in Somalia.

Si tratta di una serie di intercettazioni che risalgono al 2012 tra soggetti somali che in Italia parlavano della morte della Alpi e del cameraman.

L’incartamento, proveniente dalla Procura di Firenze, è stata depositato oggi dal pm Maria Rosaria Guglielmi al gip nell’ambito dell’udienza fissata per discutere la richiesta di archiviazione che era stata avanzata nel luglio scorso dai pm romani. Il giudice Andrea Fanelli, alla luce di questa novità e dei documenti depositati dai legali della famiglia Alpi, ha aggiornato il procedimento al prossimo 8 giugno.

“Non voglio fare alcun commento, perché mi sono illusa troppe volte”, ha detto Luciana Alpi, mamma della giornalista.
   

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.