Occupabilità femminile, Servidori al lavoro con Giovannini e Guerra

di | 14 gennaio 2014 | Senza categoria | 0 commenti

Alessandra Servidori Consigliera Nazionale di ParitaUno sforzo comune per creare posti di lavoro per le donne. Una giornata di analisi e proposte concrete delle Consigliere di parità con il ministro Enrico Giovannini e il viceministro Maria Cecilia Guerra per la programmazione delle iniziative per l’occupabilità femminile. Alessandra Servidori (nella foto), Consigliera nazionale di Parità del ministero del Lavoro, domani 15 gennaio a Roma, metterà a punto l’intensa programmazione per l’anno in corso, che dovrà essere attuata.
“Abbiamo già pronto tutto il materiale raccolto dall’Osservatorio nazionale sulla contrattazione dell’ufficio della consigliera, per la commissione sulla conciliazione (di cui hanno dato notizia il Ministro e il vice Ministro nei mesi scorsi, ndr) che deve utilizzare le nuove prassi per rendere flessibile il lavoro in azienda con i tempi di vita”, spiega la Servidori, che aggiunge “noi proponiamo, per rintracciare le risorse economiche, oltre che l’utilizzo del sistema di defiscalizzazione del salario di produttività sugli accordi che utilizzano la flessibilità, anche la predisposizione di un Fondo bilaterale di tipo contrattuale per il sostegno al reddito delle lavoratrici che hanno bisogno dei congedi per la cura dei famigliari”.
“Noi – prosegue la Consigliera di parità – attraverso un accordo concreto con gli ispettori del lavoro e i consulenti del lavoro, come peraltro già realizzato l’anno scorso, continueremo sul territorio nazionale a sviluppare iniziative utili per donne disoccupate, e per le studentesse e gli studenti delle scuole superiori, per far conoscere loro quali sono gli strumenti per cercare e trovare lavoro. Inoltre, in collaborazione con i Ministeri competenti, realizzeremo ulteriori momenti di i formazione per la valutazione del lavoro e delle performance di genere nel pubblico impiego”.
“Infine – conclude la Servidori – in preparazione del semestre europeo in ambito Ue approfondiremo tutte le azioni e gli strumenti concreti che abbiamo promosso a favore dell’occupabilità femminile e condivisi con gli organismi internazionali”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.