Migranti, l’Ordinario militare per l’Italia in visita a Lampedusa

di | 11 novembre 2013 | attualità | 0 commenti

santo-marcianò-con-papa-francescoIl neo Ordinario Militare per l’Italia, monsignor Santo Marcianò (nella foto) si è recato ieri a Lampedusa per rendersi conto di persona della situazione. Si è trattato del suo primo viaggio nel nuovo incarico al quale è stato chiamato da Papa Francesco.

“Con grande emozione, ve lo confesso, celebro questa Eucaristia – ha detto – l’emozione di trovarmi tra voi – e ne sono veramente onorato e contento – per il mio primo viaggio come Ordinario Militare; l’emozione di toccare una realtà territoriale ed umana che, in questo tempo, sta diventando simbolo e monito, per la nostra Nazione e il mondo intero”.

“Una terra – ha aggiunto – che voi, cari cittadini di Lampedusa, rendete sempre più ospitale, amica, sorella; una terra della quale voi, cari fratelli stranieri, continuate ad accarezzare il sogno; e una terra nella quale voi, carissimi militari, siete completamente integrati, non solo per ragioni contingenti e organizzative ma proprio perché cercate di custodire la fraternità e il sogno proteggendo, per quanto possibile e più che sia possibile, ogni vita umana che qui si avvicina. Perché la vita, potremmo gridare con la Parola di Dio che oggi abbiamo ascoltato, è sacra; la vita è ineliminabile!”. Un grido che si confonde con quello di “coloro che fuggono da una nazione, da un potere che, invece di essere custode di vita, si fa portatore di morte, si confonde, con il grido delle stragi del mare che, in questi ultimi tempi, stanno moltiplicandosi con terribile frequenza, diventando icona di illusione e menzogna, di violenza e commercio della vita umana”.

E se la vita è ineliminabile essa “non può morire”: è questa, per monsignor Marcianò, la verità profonda che dovrebbe animare lo svolgimento della delicata missione Mare Nostrum. Una missione in cui “la nostra stessa Nazione Italiana, prima ancora di aspettare la complessità di organizzazioni e decisioni internazionali, si è impegnata a non tradire le singole speranze dei fratelli che qui arrivano”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.