Mattarella: nel Mediterraneo morte e traffici disumani

“Occorre far prevalere e riaffermare in pieno il carattere di legame e di civiltà come il Mediterraneo è stato prevalentemente nei secoli”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Matera alla inaugurazione della prima Cattedra Maritain in Italia.

“Il Mediterraneo da luogo di scambi cultura e commercio, di esperienze e di costumi, in questo periodo” è diventato “un luogo di sofferenze, di traffici disumani, spesso di morte” ha aggiunto il Capo dello Stato, ricordando che invece “la comunanza di paesaggi e culture” del Mediterraneo “costituiscono l’humus, la base per i diritti umani, per la pace e per il dialogo”.

Mattarella è arrivato a Matera, all’auditorium Duni, per l’inaugurazione della Cattedra Maritain promossa dall’Università degli Studi della Basilicata e dall’Istituto di affari internazionali. In seguito, il Capo dello Stato visiterà gli ipogei di piazza Vittorio Veneto. Nel pomeriggio è prevista la visita di Mattarella ai Centri spaziali della città lucana che nel 2019 sarà Capitale europea della cultura.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.