Lorenzin sui tagli alla Sanità: non sono d’accordo con il commissario Cottarelli

di | 2 aprile 2014 | attualità | 0 commenti

spending“Non sono in linea con Cottarelli, perlomeno non lo sono nel metodo”. Lo afferma il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervenendo a ‘Prima di tutto’ su Radio 1.

“D’altra parte – aggiunge Lorenzin – il commissario alla spending review Carlo Cottarelli lo comprendo, visto che ha il compito di recuperare risorse per abbassare le tasse, che è indubbiamente una priorità, visti i dati drammatici sulla disoccupazione giovanile. E per farlo occorre recuperare risorse. Ma un settore come quello della sanità, dove sono avvenuti 25 miliardi di tagli, è un settore nevralgico. Non possiamo chiedere ai cittadini più ticket, più soldi per pagarsi la diagnostica, perché la gente non abbiente già rinuncia oggi a una diagnosi del costo di 60 euro”.

Il problema è grave, perché se da un lato il governo obietterà che la coperta è corta, dall’altro – a maggior ragione in tempi di crisi – non si può impoverire il welfare state né privare i cittadini di diritti sanciti dalla Costituzione.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.