Lifeline attraccherà a Malta. Conte: “Italia prenderà quota migranti”

LifelineLa nave Lifeline, bloccata da giorni in mare con oltre 230 persone a bordo, attraccherà a Malta. Lo ha fatto sapere il premier Giuseppe Conte, sottolineando che “l’Italia farà la sua parte e accoglierà una quota di migranti“. Con il presidente maltese Joseph Muscat abbiamo concordato che “l’imbarcazione sarà sottoposta a indagine per accertarne l’effettiva nazionalità e il rispetto delle regole del diritto internazionale da parte dell’equipaggio”.Da Parigi era arrivata una “soluzione europea” per la nave con 234 migranti a bordo bloccata in mare da giorni. L’ipotesi è quella di “uno sbarco a Malta” come annunciato dal portavoce del governo francese Benjamin Griveaux in un’intervista alla radio francese Rtl.

Ma Malta, comunque, con il portavoce del governo, puntualizza che non ha ancora preso la decisione di accogliere la nave. A riferirlo è Malta Today. Lo stesso Malta Today riferisce di colloqui in corso fra il presidente francese Emmanuel Macron e il premier maltese Joseph Muscat.

Malta annuncia l’apertura di “un’inchiesta sul capitano della Lifeline che ha ignorato le istruzioni delle autorità italiane date in accordo alle leggi internazionali”. Ed allo stesso tempo – si legge in un comunicato del gabinetto del premier Joseph Muscat – esorta “gli Stati volenterosi a proseguire la condivisione di responsabilità per evitare un’escalation della crisi umanitaria”.

In vista del vertice Ue, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani lancia un appello: i leader Ue “devono smetterla di polemizzare tra di loro e trovare una soluzione soprattutto sul breve termine per fermare i flussi migratori”. “Il corridoio libico va chiuso e l’attività delle Ong va regolamentata”, ha poi aggiunto annunciando che, per la riforma di Dublino, riproporrà ai leader il testo approvato dal Pe, “unica base di dialogo equilibrata che può coniugare fermezza e solidarietà”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.