Legge Stabilità, per l’Ugl un insulto chiedere ancora sacrifici ai pensionati

di | 27 novembre 2013 | economia | 0 commenti

Geremia-Mancini“È un intollerabile insulto che si pensi di salvare il Paese continuando a chiedere sacrifici ai pensionati. Per questo abbiamo previsto un Natale di lotta e di protesta al fianco di chi meriterebbe solo attenzione e riconoscenza ed invece è costretto al collasso economico e morale dai provvedimenti previsti dalla nuova legge di Stabilità”. Così il segretario nazionale dell’Ugl Pensionati, Geremia Mancini, spiegando che durante la giornata del Santo Natale “manifesteremo nei luoghi più dimenticati, in cui maggiormente si manifesta l’abbandono di pensionati ed anziani in genere: saremo a manifestare nelle case di riposo, nelle Residenze sanitarie assistenziali e negli ospedali, incontreremo i proprietari della sofferenza e testimonieremo loro la nostra vicinanza e la necessità di non lasciarli al loro destino”.
Per il sindacalista “quando una società opulenta si dimostra disinteressata ai diritti dei deboli, noi rivendichiamo attenzione, rispetto e tutela dei diritti, ed alzeremo le nostre e loro bandiere”.
“Esiste un popolo di pensionati – conclude -, molti di loro non autosufficienti, che vivono una drammatica emergenza sociale,e con loro, sarà un Natale di lotta”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.