Legalità, in cattedra la vedova Caponnetto e l’ispettore Corbo

di | 18 novembre 2013 | legalità | 0 commenti

vedova CaponnettoLa cultura della legalità, per affermarsi, ha bisogno di testimoni credibili. E, senza dubbio, Elisabetta Baldi Caponnetto, vedova del giudice Antonino, capo del pool antimafia di Palermo, del quale hanno fatto parte i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, lo è.

Su di lei è stata incentrata presso il teatro Sala Umberto, la cerimonia d’inizio dell’evento ”Rassegna della legalità”.  Organizzato dalla Fondazione Antonino Caponnetto – in collaborazione con la Questura di Roma e patrocinata dal Ministero dell’Istruzione – all’evento hanno partecipato quattordici istituti scolastici di Roma e provincia e uno della città di Venezia.

Un modo per compiere un percorso educativo senza soluzione di continuità.

La “madrina” della manifestazione, significativamente più volte applaudita dagli studenti presenti, con la sua testimonianza ha sottolineato ai ragazzi l’importanza del rispetto delle regole e della legalità. Accanto a lei c’erano l’Ispettore della Polizia di Stato Angelo Corbo, sopravvissuto alla strage di Capaci, che ha suscitato particolare emozione tra tutti gli studenti.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.