La storia dell’antimafia raccontata attraverso i pupi siciliani

di | 2 ottobre 2013 | attualità | Commenti disabilitati su La storia dell’antimafia raccontata attraverso i pupi siciliani

Angelo-SiciliaGli studenti cinesi della Sichuan International Studies University di Chongqing, giapponesi e belgi della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo e che frequentano il corso avanzato di lingua e cultura italiana hanno infatti avuto la possibilità di conoscere il mondo dei pupi siciliani e di alcuni eroi antimafia come Placido Rizzotto, Pio La Torre, Peppino Impastato, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e don Pino Puglisi.
Il tutto è stato possibile grazie ad un seminario tenuto da Angelo Sicilia (nella foto), puparo, regista e autore teatrale, il quale, da vent’anni a questa parte, ha tolto ai pupi le armature e gli abiti tradizionali del ciclo carolingio per creare dei cicli di storie alternativi.
La lezione – si legge in una nota – è iniziata con una panoramica sul teatro di figura e di animazione, con la storia dell’opera dei pupi, i suoi repertori classici e la presentazione dei moderni repertori antimafia. A seguire ad ogni studente è stato chiesto di prendere in mano un pupo, cercando di mettere in atto le pratiche di manipolazione spiegate da Angelo Sicilia.
Il Maestro puparo ha raccontato di aver trovato una classe di studenti stranieri affascinata e fortemente interessata, in quanto coinvolti non solamente dall’aspetto teatrale, ma soprattutto da quello storico e sociale.

Comments are closed.