La CO2 in eccesso nell’atmosfera può diventare carburante

di | 5 febbraio 2016 | ambiente, scienza | 0 commenti

 

La CO2 nell'aria diventa un carburanteLa pericolosa Co2 che ogni giorno disperdiamo nell’ambiente aumentando l’effetto serra può essere trasformata in combustibile, più precisamente in metanolo. Si tratta di un processo che avviene a temperature relativamente basse e che impiega energia rinnovabile per essere attivato. La scoperta proviene da un gruppo di ricercatori dell’università della California del Sud.

Il funzionamento è il seguente: gli studiosi hanno immesso l’aria in una soluzione acquosa di pentatilenesammina, aggiungendo un catalizzatore in rutenio per aiutare l’idrogeno a legarsi alla CO2 sotto pressione. Quindi hanno riscaldato la soluzione tra i 125 e i 165 gradi centigradi. In questo modo hanno convertito il 79% dell’anidride carbonica in metanolo, un carburante ‘pulito’ per motori a combustione interna.

I punti di forza del procedimento sono essenzialmente due: il fatto che funziona anche in condizione di bassa concentrazione di anidride carbonica (400 parti per milione, ovvero lo 0,04% del volume), e che funziona anche a basse temperature, tali da poter alimentare il tutto con sistemi ecologici. Surya Prakash, autore dello studio ha spiegato: “Dobbiamo imparare a gestire il carbonio. Questo è il futuro”. Nel breve periodo ci sono poche speranze di sostituire il petrolio, che oltre tutto adesso è a 30 dollari al barile, eppure gli studiosi sono fiduciosi che nel giro di 5-10 anni il processo possa essere industrializzato ed avere costi competitivi, magari, speriamo noi, tali da poter iniziare a mandare in soffitta l’oro nero e forse anche l’effetto serra.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.