Italia prima in Europa per auto ecologiche ma non elettriche, a gas

di | 13 febbraio 2018 | ambiente | 0 commenti

Nel nostro Paese, nonostante i continui allarmi sul pessimo stato dell’aria che respiriamo, c’è almeno il dato positivo che le vendite di automobili poco inquinanti è in crescita e ci pone al primo posto in Europa. Ben un’auto su 4, di quelle ad alimentazione alternativa, vendute in Europa, è immatricolata in Italia. Parliamo di 230.010 su un totale di 953.355, con un incremento del 24% rispetto al 2016. Il grande risultato ha però un rovescio della medaglia poiché non ottenuto grazie a vendita di auto elettriche o ibride (che anzi in Italia a causa della mancanza di incentivi statali sono piuttosto deboli sul mercato) ma di quelle a gas. Nel 2017 i primi 5 mercati a trazione alternativa dell’Ue/Efta sono stati: Italia (24,1%), Gran Bretagna (12,6%), Germania (12,4%), Francia (11,4%) e Norvegia (8,7%), con la Germania che nel 2017 ha superato la Francia.

Secondo il rapporto diffuso dall’Anfia, il mercato delle auto a gas incide, sul totale europeo ad alimentazione alternativa, per il 21,6%, ovvero 205.667 unità. Di queste la sola Italia ne ha vendute lo scorso anno 161.785 unità, ovvero il 78,7% di quelle vendute in Europa ed il 70,3% del totale delle vetture ad alimentazione alternativa vendute in Italia.

Molto più contenuta invece è la diffusione nel nostro Paese di auto elettriche o ibride. Su un totale di 287.270 veicoli elettrici venduti nel 2017 nei Paesi Ue/Efta (+38,7% sul 2016 e una quota del 30,1% del mercato totale delle auto ad alimentazione alternativa), in Italia le immatricolazioni delle elettriche, pur essendo quasi raddoppiate rispetto al 2016 (2.819) sono state 4.827. Ovvero, lo 0,2% del mercato auto totale nel nostro Paese e il 2,1% delle immatricolazioni di vetture ‘ecofriendly’. Molto diversa la situazione delle auto elettriche vendute in Germania (54.617 unità), Regno Unito (47.298) e Francia (36.835), per non parlare della Norvegia che, con 62.313 unità, detiene il primato in Europa. In sostanza, nei Paesi Ue/Efta 1 auto ogni 54 immatricolate è elettrica mentre nel 2016 la proporzione era di 1 ogni 72. Il rapporto è di 1 ogni 65 nei Paesi Ue15 e di 1 ogni 7 nell’Efta, con il record in Norvegia di 1 ogni 2,5. Nell’Ue15 ad avere il rapporto più favorevole sono Svezia, con 1 auto elettrica ogni 19, Belgio e Paesi Bassi, con 1 ogni 38, e Finlandia , 1 ogni 39. In fondo alla classifica si trovano: Italia, con 1 ogni 408, e Grecia, con 1 ogni 443.

Migliore la situazione per le vetture ibride. In Italia nel 2017, su un totale di 460.418 vendute in Europa (+51,6% sul 2016 e con una quota del 48,3% sul totale del mercato ad alimentazione alternativa), ne sono state vendute 63.398. Una cifra quasi doppia rispetto alle 37.240 del 2016 e con un’incidenza del 3,2% rispetto al mercato totale italiano, mentre rispetto a tutte le immatricolazioni ‘eco-friendly’ la quota registrata dalle vetture ibride è del 27,6%.

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.