Incontro a Milano dei democratici cristiani “non pentiti”

di | 14 gennaio 2014 | politica | 0 commenti

don-sturzoSi sono riuniti a Milano, presso l’auditorium dell’Istituto San Paolo, i democratico cristiani e popolari della Lombardia in preparazione dell’assemblea per il patto federativo del 18 e 19 gennaio a Roma. Il tutto nel quadro dell’impegno a sostegno di un progetto complesso e di lunga durata che ha come obiettivo quello di rimettere in moto il popolo cattolico e laico cristianamente ispirato, per ridare speranza agli italiani, dopo la triste situazione del deserto politico che accompagna la fine ingloriosa di questa cosiddetta seconda Repubblica. 

L’intento è quello di di dar vita ad un patto federativo tra associazioni, movimenti, gruppi ed altri soggetti sociali e politici e di partito per un nuovo soggetto politico popolare, laico, riformatore che trova nell’ispirazione cristiana la ragione della sua unità”. A Milano, grazie al lavoro certosino compiuto dal professor Antonino Giannone, con la collaborazione di Marcello Di Tondo, Salvatore Tolomeo e Lista Vincenzo, sono giunti rappresentanti di varie province lombarde, di diversi gruppi e associazioni del volontariato cattolico e laico interessati al progetto politico del patto federativo.

Ha aperto i lavori il presidente dell’assemblea Di Tondo, mentre la relazione introduttiva è stata tenuta da Nino Galloni, responsabile del settore economia e finanza dell’associazione, autore di due recenti saggi, particolarmente interessanti incentrati sui temi della crisi dell’euro e dell’Europa e indicanti alcune proposte concrete per superare l’attuale situazione di stallo e di grave deficit democratico in cui è caduto il nostro continente.  Assente per indisposizione Gianni Fontana è toccato a Ettore Bonalberti, componente dell’ufficio di presidenza, esporre la strategia che ha guidato l’associazione dal momento della sua costituzione e in previsione dell’evento del 18 e 19 gennaio, 95° anniversario dell’”Appello ai liberi e forti” di Don Luigi Sturzo.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.