In calo la spesa pubblica per le auto blu

di | 21 novembre 2013 | politica | 0 commenti

auto bluSono per eccellenza il simbolo del potere. E per questo, specie in questo delicato frangente della vita del Paese, i cittadini ne chiedono una sensibile riduzione. Le “auto blu” costano. Ma il loro peso sulla spesa pubblica complessiva, sta lentamente diminuendo. Il trend, dunque, è positivo.

Nei primi dieci mesi dell’anno, stando ai dati del monitoraggio permanente di FormezPa, la riduzione della spesa per le auto blu è stata di 110 milioni (-6,4%).
La Pa gode di un parco auto composto da 56.581 vetture, di cui 6.504 di rappresentanza. Le auto blu sono passate da 7.162 unità del gennaio 2013 a 6.504 unità nel novembre 2013; mentre le auto “grigie” sono passate da 53.277 a 50.077 unità. In valori assoluti, in dieci mesi si è passati da 60.439 a 56.581 vetture: dall’inizio dell’anno il parco auto della Pubblica amministrazione è diminuito di 3.741 vetture, in linea con il trend virtuoso degli ultimi anni.

Per Gianpiero D’Alia, ministro per la Pa e la Semplificazione, “i dati del Formez sulle auto blu dimostrano che qualche passo in avanti è stato fatto, vista l’effettiva riduzione di vetture che si è verificata in alcune amministrazioni, con risparmi significativi, e l’alta partecipazione al censimento. È evidente però che questo non possa bastare, perché il numero di auto blu in Italia resta ancora su livelli non accettabili, specialmente nelle realtà del Mezzogiorno”. Gli enti che partecipano al censimento sono stati 8.345, pari al 95% dell’universo di riferimento.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.