Il procuratore antimafia Roberti: “Riformare la prescrizione”

di | 3 marzo 2014 | giustizia | 0 commenti

I tempi lunghi della giustizia italiana sono un regalo alle mafie. Lo sostiene, da tempo, il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti. E lo ha ripetuto anche questa mattina in occasione della conferenza all’università Cattolica su “La criminalità organizzata in Europa”: “Condivido – ha detto – tutte indicazioni del presidente Renzi, in particolare quella che riguarda la lotta alla mafia come una priorità dell’azione di Governo, aggiungerei la necessità di rivedere la disciplina della prescrizione che falcidia molti reati importanti”. “Si tratta – ha proseguito l’alto magistrato – spesso di reati spia dell’agire mafioso come la corruzione e aggiungerei anche la necessità di riformare il processo penale e civile per rendere la giustizia tempestiva e farle avere dei tempi ragionevoli come vuole la Costituzione”.

Nell’affrontare la delicata questione delle strategia di lotta alle mafie non poteva mancare un riferimento al lavoro svolto dalla Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata deve avere maggiore efficienza. Il procuratore ha sottolineato che “le confische funzionano, sono le destinazioni ad uso pubblico e gli scopi sociali che purtroppo non funzionano bene e bisogna riformare l’agenzia in senso di managerialità maggiore e di maggiore efficienza”. Al riguardo – ha aggiunto – “esiste una proposta formulata dalla commissione Garofoli che condividiamo e speriamo venga approvata al più presto dal Parlamento”.

Secondo il procuratore nazionale antimafia “se non riusciamo a gestire i beni sottratti alle mafie si può generare l’idea che se un bene è gestito dalla mafia è produttivo e funzionale, se invece è gestito dallo Stato no”. Dunque i beni confiscati devono essere “affidati a soggetti altamente professionali che sappiano gestirli e destinarli ad uso pubblico piuttosto di liquidarli”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.