Il Pd ritrova l’armonia (per ora) sulle regole, primarie aperte l’8 dicembre

di | 27 settembre 2013 | politica | Commenti disabilitati su Il Pd ritrova l’armonia (per ora) sulle regole, primarie aperte l’8 dicembre

Matteo RenziVia libera alle nuove regole per il Congresso Pd. In poco meno di un’ora la direzione nazionale ha approvato il testo, frutto di un laborioso lavoro. Alla riunione ha preso parte anche il sindaco di Firenze, Matteo Renzi. L’assise ha confermato la data dell’8 dicembre per l’elezione del segretario nazionale.
Il regolamento appena approvato prevede che entro le 20 dell’11 ottobre vengano depositate alla commissione nazionale le candidature alla segreteria con le relative liste programmatiche.
Le candidature devono essere sottoscritte da almeno il 10% dei componenti dell’assemblea nazionale uscente oppure da un numero di iscritti compreso tra i 1.500 e 2.000 distribuiti in non meno di cinque regioni, appartenenti ad almeno tre delle cinque circoscrizioni elettorali per il Parlamento europeo. In ciascun collegio può essere presentata una lista collegata a ciascun candidato alla segreteria.
Dal 14 ottobre al 6 novembre si svolgeranno i congressi di circolo e provinciali, ai quali potranno votare solo gli iscritti (le iscrizioni saranno possibili fino al giorno del voto). Quindi, tra il 17 e il 24 novembre i circoli voteranno sul segretario (lo statuto prevede infatti una prima fase tra gli iscritti e poi le primarie).
Il 24 novembre si terrà la convenzione nazionale prevista dallo statuto, con i candidati alla segreteria che espongono i loro programmi. I congressi regionali si terranno entro il 31 marzo. Possono partecipare al voto per l’elezione del segretario e dell’assemblea nazionale gli elettori al momento del voto iscritti al Pd e quelli che “dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del partito, sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrati nell’albo pubblico delle elettrici e degli elettori”. È previsto il versamento di un contributo di due euro. Gli iscritti in regola con il tesseramento, tuttavia, non sono tenuti al versamento del contributo. Il regolamento impone anche un tetto alle spese per la campagna elettorale. Chissà se gli accadimenti dei prossimi giorni vanificheranno i tempi previsti e la ritrovata armonia (solo momentanea).

Comments are closed.