Il Papa ricorda il piccolo Cocò: è in Cielo, preghiamo per i suoi aguzzini

di | 26 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

Papa Francesco“Preghiamo con Cocò che, di sicuro, è in Cielo per le persone che hanno fatto questo reato, che si convertano e si pentiscano”. Dopo l’Angelus, Papa Francesco ha rivolto il suo pensiero a Nicola Campolongo, il bambino di tre anni trucidato con il nonno e la compagna a Cassano allo Ionio. L’episodio ha profondamente toccato l’opinione pubblica, così come anche il Successore di Pietro che ha voluto ricordare il piccolo angelo proprio davanti a tanti suoi coetanei dell’Azione Cattolica della Diocesi di Roma, giunti in piazza a coronamento della iniziativa “La Carovana della Pace”.

“Non ha precedenti – ha detto il Santo Padre – un accanimento come questo su un bambino così piccolo”. Le parole del Pontefice sono arrivate dopo che, nel corso del funerale del bambino, è stata letta, generando un generale moto di commozione, la lettera scritta dalla mamma Antonia Iannicelli: “Voglio soltanto esprimere ciò che il mio animo, anche se trafitto dal grande dolore, mi suggerisce: che dobbiamo cambiare e dobbiamo sforzarci di non rispondere con la vendetta, ma con l’amore”.

“Questi pensieri – continua il testo – mi vengono di fronte alla parola di Dio e mi aiutano a capire il perché della morte del mio piccolo Cocò. Il mio cuore di mamma, poi, mi suggerisce di conservare nel mio animo il dolore di aver perso un figlio, ma di aver guadagnato un angelo che, sicuramente, non vuole che noi sulla terra continuiamo a farci del male. Non ci siano, perciò, più conflitti negli animi di noi grandi per non farli vivere ai nostri figli”.

Di fronte ad una simile brutalità, che sembra non avere nulla di umano, anche se è stata posta in essere da uomini in carne ed ossa, l’unico conforto possibile può arrivare solo dalla Fede e dalla sguardo misericordioso di Cristo che ha voluto accanto a sé il piccolo Cocò, magari per smuovere il cuore di chi ha stroncato la sua giovane vita, ignorando che, nell’altra, ai deboli è riservato un posto speciale nel cuore di Dio.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.