Il Meetup Amici di Beppe Grillo Angri contro i disagi di Poste Italiane

di | 12 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

PosteIl Meetup Amici di Beppe Grillo Angri esprime solidarietà e profonda vicinanza “a tutti i cittadini angresi e dell’agro nocerino sarnese vittime di un sistema postale perverso ed inefficiente che li costringe a recarsi al centro di smistamento di Scafati per ritirare le raccomandate e, in alcuni casi, anche la posta ordinaria”.

“In numerose zone di Angri e dei paesi limitrofi – si legge in una nota – la posta da mesi non viene consegnata con puntualità (molti cittadini hanno dovuto subire l’onta del distacco di luce o gas, pur essendo perfettamente in grado di pagare, per il mancato recapito delle bollette) ed inoltre, ormai è comprovato da numerose lamentele ricevute, che i postini, spesso, nell’inserire l’avviso della raccomandata nella cassetta postale, non si curano più di verificare se il destinatario sia effettivamente in casa in quanto, la mancata consegna fa scattare per legge l’invio al destinatario stesso di un ulteriore avviso di giacenza (a carico dell’ente mittente ovvero, nella stragrande maggioranza dei casi, di una pubblica amministrazione che così vede aumentare i propri costi di gestione)”.

“Con questo sistema – denunciano i componenti del Meetup Amici di Beppe Grillo – conviene a Poste S.p.A. non consegnare la raccomandata in prima battuta al destinatario”.

Di qui la presa di posizione del movimento che “si dichiara contro questo meccanismo che aumenta sia le spese per la pubblica amministrazione che i disagi per i cittadini dato che, inoltre, al centro di smistamento di Scafati bisogna in alcuni casi attendere ore per poter ritirare la posta. A riprova del fatto che i cittadini di Angri sono maggiormente svantaggiati rispetto agli altri è che nel centro smistamento di Scafati uno sportello è dedicato esclusivamente ai cittadini di Angri mentre un altro si occupa di servire il resto dell’Agro”.

I grillini segnalano che “i due sportelli summenzionati sono molto angusti e gli utenti sono costretti ad aspettare il proprio turno, se la fila è molto lunga, all’aperto senza che vengano rispettate le minime norme di sicurezza.Tale situazione di inaccettabile regresso di tutto il sistema Agro si unisce allo sfascio del sistema sanitario, all’inefficienza del servizio di trasporto pubblico, alla mancanza di sicurezza nei plessi scolastici ed al grave degrado ambientale. La situazione è ormai insostenibile ed i responsabili ben noti a tutti sono sempre ai loro posti di potere ma presto le cose cambieranno perché il Movimento 5 Stelle si prefigge un radicale sovvertimento di questo sistema e di mandarli tutti a casa”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.