Il 45% degli italiani comprende le ragioni dei Forconi

di | 19 dicembre 2013 | politica | 0 commenti

forconeL’Istituto Demopolis ha realizzato un sondaggio sul cosiddetto “Movimento dei Forconi”. Il 16% degli intervistati condivide in pieno le proteste attuate, mentre la maggioranza relativa degli italiani, il 45%, considera le proteste del tutto comprensibili nelle ragioni, ma non nei modi e nelle derive violente degli ultimi giorni. Per un terzo si tratta di manifestazioni sbagliate ed inaccettabili.

La valutazione sul Movimento – secondo l’indagine condotta dall’Istituto di ricerche – cambia significativamente in base alla collocazione politica degli intervistati, con maggiori simpatie rilevate tra gli elettori del Movimento 5 Stelle e di Forza Italia.
Per il 57%, la stragrande maggioranza dell’opinione pubblica, le proteste ed i blocchi nelle città derivano dalla rabbia sociale e dal rancore di alcune categorie per l’acuirsi della crisi economica ed occupazionale.

Tre intervistati su dieci evidenziano invece le spinte estremistiche, temendo un possibile “effetto contagio”. Un rischio segnalato anche dal presidente Napolitano, nel suo invito a prestare la massima attenzione alle cause del più acuto malessere sociale:
“Sul clima complessivo – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – incide pesantemente lo scarso ottimismo degli italiani sulle prospettive di ripresa economica ed occupazionale del Paese”.

Al di là delle indagini sociologiche o demoscopiche resta un dato incontrovertibile: l’attuale classe dirigente ha fatto il suo tempo ed è – lo diciamo a chiare lettere – responsabile del fallimento del Paese.
Gli attuali gestori del potere hanno perso l’occasione storica di avviare quelle riforme indispensabili per avviare la ripresa e far tornare l’Italia a ricoprire un ruolo di prestigio nei consessi internazionali. Bisogna voltare pagina, coinvolgendo le migliori energie in circolazione. Per fare questo occorre riaffidare lo scettro al corpo elettorale.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.