I bimbi protagonisti del calendario della Waste Recycling SpA

di | 15 dicembre 2013 | cultura | 0 commenti

calendarioLa Trash art fa rotta vero il futuro con il calendario 2014 della Waste Recycling Spa. La bella Gloria di due anni gioca sulla sabbia con alcuni rami spiaggiati dal mare che Francesco Romano ha trasformato in una piantana. Marco è alle prese con un mare in tempesta mentre tenta di aggrapparsi ad una boa che, grazie alla creatività di Luca Evangelista, è diventata una grande lampada a sospensione. Michelle 9 anni si trova sdraiata su un prato che ricorda il mondo di Alice dove strani fiori, realizzati da Vittoria Lapolla con coppe di reggiseno, spuntano dal prato illuminandolo di una luce soffusa. O ancora il piccolo Tommaso, 1 anno, che sorride circondato da centinaia di vasetti di yogurt che la fantasia di Barbara Pellandra ha trasformato in due lampade divertenti e colorate. E poi ancora Vincenzo 6 anni, Anna 7, Jenny 10, Enrico 17, Luca 20, Marco 16, Elena 20 e Vittoria 27 tutti protagonisti del calendario 2014 realizzato dalla Waste Recycling SpA (www.w-r.it) per mano del fotografo Niccolò Celesti.

Il titolo di quest’anno è “La Luce dei nostri occhi” e i protagonisti di ogni mese sono appunto i figli dei componenti del Cda dell’azienda di Santa Croce sull’Arno che, da oltre venti anni, è diventata un punto di riferimento per lo smaltimento di qualunque tipologia di rifiuto industriale. Un calendario realizzato in collaborazione con alcuni artisti “Scart” (www.scartline.it) provenienti da tutta Italia. Ogni mese è interpretato da una lampada realizzata con materiale di scarto: abbiamo un vecchio telefono, una tanica e un secchio di colla vinilica, alcune teiere e molte caffettiere, fanalini e occhiali 3d per il cinema, fino ad un supporto di controllo per le smagliature dei collant. Gli artisti coinvolti hanno ricevuto gratuitamente uno spazio personale sulla piattaforma che Waste Recycling ha aperto per accogliere giovani designer che fanno del recupero la loro filosofia artistica. Ognuno di loro ha interpretato un mese dell’anno: Ecodesign Eureka Gennaio, Marta Mongiorgi Febbraio, Simonetta de Sanctis Marzo, Bruno Petronzi Aprile, Erika Trojer Maggio, Francesco Romano Giugno, Luca Evangelista Luglio, Barbara Pellandra Agosto, Vittoria Lapolla Settembre e Dicembre, Maurizio Giani Ottobre ed Ecocentriche Novembre.

Mai come quest’anno il calendario Waste Recycling  è diventato un manifesto del progetto “Scart” pensato per offrire alle nuove generazioni uno stimolo ad un approccio alternativo al materiale di scarto che può tornare ad essere materia preziosa per la realizzazione di oggetti d’uso e di opere artistiche. Un invito a riflettere sull’attuale società dei consumi, pensando a nuovi stili di vita intelligenti e creativi nei quali i rifiuti cessano di sporcare il mondo per diventare arte e illuminare i volti del futuro. “Ogni metro cubo che riusciamo a risparmiare nelle discariche rappresenta un investimento per il domani dei nostri figli” – dichiara il presidente Waste Recycling Maurizio Giani – si tratta di una responsabilità che non esime nessuno dal riflettere sul futuro del pianeta che, ogni giorno, prepariamo per coloro che amiamo definire la ‘luce dei nostri occhi’”.  Il calendario è visibile su http://www.w-r.it/it/64/_/Calendari

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.