Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, il M5S vuole vedere gli atti

di | 28 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

Luigi GalloIl deputato Luigi Gallo, portavoce della VII Commissione cultura, istruzione e scienze del MoVimento 5 Stelle alla Camera, attacca le amministrazioni comunali dell’area flegrea: “È passata ormai una settimana dalla richiesta di accesso agli atti indirizzata ai diversi Comuni dell’area Flegrea che si sono serviti dei 182.360.931,06 milioni di euro per la realizzazione di interventi effettuati su tutti i siti archeologici dell’area con il Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei nell’ambito del POR 2000-2006, ma ancora nessuna risposta è giunta!”.

“La richiesta di tali atti – si legge in una nota – nasce a supporto del Gruppo Flegreo Beni Culturali del M5S di Pozzuoli che sta realizzando un’analisi costi-benefici relativa agli interventi eseguiti sui siti archeologici interessati a seguito di tali finanziamenti”. Gallo ed il gruppo M5S di Pozzuoli denunciano “come nonostante tali interventi fossero volti all’esecuzione di espropri, scavi archeologici, restauri, interventi di valorizzazione e realizzazione di un modello turistico integrato che avrebbe assicurato la fruizione, l’intero territorio si ritrova con parte dei beni inagibili, parzialmente accessibili o totalmente chiusi, e in completa assenza di un piano turistico integrato”.

Infatti “per poter esprimere un’analisi esaustiva è necessaria la consultazione di tutti gli atti relativi agli esiti di gara e alle relazioni conclusive per tutti gli 84 interventi, e non solo dei 20 esiti di gara che il gruppo Flegreo M5S di Pozzuoli è riuscito a visionare al momento”. “Non è concepibile – conclude il parlamentare – che gli Enti territoriali preposti, e la Soprintendenza Speciale dei Beni Archeologici di Napoli e Pompei non permettano la visione di tali documenti nonostante la legge lo consenta”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.