Grande attesa per il Presepe vivente francescano di Sessa Aurunca

di | 3 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

PresepeIl 6 gennaio prossimo, dalle ore 18 alle 24, l’intera comunità di Cassano di Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, si raccoglierà davanti alla capanna del Presepe vivente promosso, anche quest’anno, dalla Fraternità francescana locale insieme alla Onlus “Gocce di fraternità”.

L’iniziativa è stata subito condivisa dal preside del Liceo artistico locale, professor Giovanni battista Abbate e dall’intero corpo docente, oltre che dagli studenti, entusiasti ed orgogliosi di poter dare il proprio contributo. L’istituto, peraltro, ha  condiviso e sottoscritto con la stessa Onlus dell’Ordine Francescano un protocollo d’intesa per la promozione di attività culturali e artistiche. L’artista architetto Riccardo Dalisi ed il suo staff hanno confermato il loro impegno e così, dopo una serie di incontri preliminari con gli studenti e lo staff organizzativo, è stata affinata l’idea di un Presepe che possa coniugare insieme tradizione e arte.

Il presepe inizia nella piazza antistante la Chiesa parrocchiale. A destra, sulla piccola gradonata che conduce alla piazza nuova, saranno esposte le opere dell’architetto Riccardo Dalisi sul tema dell’acqua. A sinistra, sulla piazza antistante la chiesa – i “Profeti”, ossia i giovani proclameranno le antiche profezie sulla nascita di Gesù e introdurranno i visitatori così alla visita del presepe.

Alla grotta, allestita nel largo Cortina, si accede attraverso via/largo Cavella, via Murillo, via Passaretti e via Brecce. Il percorso è ad anello e lungo le strade si apriranno i portoni e si rievocheranno gli antichi mestieri. Frotte di “angeli”,  i bambini più piccoli della scuola materna e prime classi delle elementari, si recheranno festosamente alla grotta per cantare una canzone al Bambino Gesù.

Successivamente i giovani studenti del liceo artistico si recheranno alla grotta dando vita lungo il percorso a performance ispirate ai quattro elementi (aria, acqua, fuoco e terra). Al termine Dalisi racconterà, attraverso le sue opere, la “profezia di pace” dell’arte. In piazza, poi, il Pastore del popolo di Dio, monsignor Mons. Orazio Francesco Piazza, concluderà la rievocazione del Presepe annunciando l’eterna profezia della pace che proviene dal Vangelo.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.