Governo, Salvini: “Figura terza? Se condivide programma perché no”

Ultime mosse dei partiti in vista delle nuove comunicazioni del presidente Mattarella su un possibile incarico per la formazione di un governo che dovrebbero arrivare in settimana. Matteo Salvini apre all’ipotesi di una figura “terza”. “Se ci fosse qualcuno in gamba – ha detto nel corso di uno ‘Speciale elezioni’ a Telemolise – che sottoscrive un programma che condivido perché no. Io a differenza di Di Maio non sono qua a dire o governo io o non si fa niente“.

“Siamo stati noi a eleggere il primo senatore nero – ha ricordato Salvini – tantissimi immigrati regolari votano Lega e ci dicono ‘mi raccomando non fatene entrare più, perché più ce ne sono, più casino c’è e mettono anche noi, persone perbene, nello stesso pentolone’. Penso che l’unico razzismo sia quello della sinistra che sfrutta l’immigrazione per avere nuovi poveri e nuovi schiavi da sfruttare nelle aziende”, conclude il leader della Lega.

“C’è chi chiude il forno, c’è chi cura l’orto“. Lo scrive su Instagram Salvini postando una foto che lo ritrae in mezzo al verde e riferendosi a quanto detto ieri dal candidato premier del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio.

Intanto, dopo il rinvio dell’assemblea del Pd che era stata prevista per il 21 aprile si discute sul dialogo per consentire la formazione di un governo.

Fari puntati sul capo dello Stato, quindi. Possibile un preincarico alla presidente del Senato Casellati (berlusconiana). E in seconda battuta al presidente della Camera Fico (pentastellato).

Lascia un commento