Giovanni Paolo II sarà il patrono delle Giornate mondiali della Gioventù

Papa SantoGiovanni Paolo II “sarà il grande patrono delle Giornate mondiali della Gioventù, di cui è stato l’iniziatore e il trascinatore”. Lo ha annunciato il Papa del Messaggio, datato 21 gennaio 2014, che il Santo Padre ha indirizzato ai giovani in preparazione della XXIX Giornata Mondiale della Gioventù 2014 sul tema “Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli”.

Bergoglio considera questo passo del Vangelo di Matteo un punto di riferimento centrale per la vita dei cristiani, chiamati a farne un concreto programma di vita. Nel Messaggio, infatti, ricorda che Gesù stesso ha mostrato il cammino da seguire, incarnando le Beatitudini in tutta la sua vita: vivere le Beatitudini oggi è per i giovani una vera e propria sfida a seguire Cristo andando contro corrente e testimoniandone la novità rivoluzionaria.
E poiché non è possibile essere cristiani e avere un’idea “in piccolo” della vita, il Papa esorta i giovani a respingere ogni offerta di felicità “a basso prezzo”, a trovare il “coraggio della felicità” autentica che solo Dio può donare.

I giovani cristiani sono quindi chiamati alla conversione, ad abbracciare uno stile di vita evangelico segnato dalla sobrietà, dalla ricerca dell’essenziale e dalla solidarietà concreta nei confronti dei poveri. I poveri, spiega infatti il Papa, da un lato sono “la carne sofferente” di Cristo che tutti siamo interpellati a toccare personalmente, ma dall’altro possono diventare dei veri maestri di vita, avendo spesso molto da offrire sul piano umano e spirituale. Nel Messaggio il Santo Padre ricorda infine il trentesimo anniversario della consegna ai giovani della Croce del Giubileo della Redenzione, che ricorrerà il prossimo 22 aprile: “Proprio a partire da quell’atto simbolico di Giovanni Paolo II iniziò il grande pellegrinaggio giovanile che da allora continua ad attraversare i cinque continenti”. Di qui l’annuncio che, dopo la sua canonizzazione, “evento che riempie il nostro cuore di gioia”, sarà il patrono delle Gmg.

Lascia un commento