Domani a Incisa Val d’Arno l’inaugurazione della Scuola di Economia Civile promossa dal Credito Cooperativo italiano.

di | 19 settembre 2013 | economia | Commenti disabilitati su Domani a Incisa Val d’Arno l’inaugurazione della Scuola di Economia Civile promossa dal Credito Cooperativo italiano.

stefano-zamagni1Sarà inaugurata ufficialmente domani a Incisa Val d’Arno (Firenze), la nuova Scuola di Economia Civile (Sec), promossa dal Credito Cooperativo italiano. Le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, infatti, festeggiano il 130mo della costituzione della prima Cassa Rurale italiana investendo in una Scuola. La Scuola nasce all’interno del Loppiano Lab (collegato alle esperienze dell’Economia di Comunione ed all’Istituto Universitario Sophia) e si rivolge ad imprenditori, dirigenti e quadri, per chi opera nelle imprese profit e nelle cooperative come anche nella pubblica amministrazione. L’inaugurazione coincide con le celebrazioni del 300esimo anniversario della nascita di Antonio Genovesi (1713-1769), primo economista cattedratico della storia, tra i massimi esponenti dell’economia civile italiana.

L’obiettivo dell’iniziativa, spiegano dal Credito Cooperativo, è di inserire nuovamente nel dibattito economico (a maggior ragione dopo i dissesti della crisi finanziaria innescatasi nel 2007) i temi propri di una economia orientata non alla massimizzazione della ricchezza privata, ma alla “felicità pubblica” ed al perseguimento del bene comune. Discutendo altresì della necessità che i fini dell’economia siano connaturati e legati all’attività di impresa e non considerati, come avviene oggi, una variabile indipendente dell’azione economica. “Per il Credito Cooperativo – si legge in una nota – sostenere la Scuola di Economia Civile significa, in particolare, investire in competenze professionali qualificate e “dotate di senso”. Competenze indispensabili per un Paese che deve trovare nella propria storia la chiave per re-inventarsi il futuro e che ha sempre più bisogno di forme evolute di economia partecipata e di banche mutualistiche”. 

Tra i promotori e docenti della Scuola, figurano, tra gli altri, Stefano Zamagni (nella foto), Luigino Bruni, Leonardo Becchetti, Giuseppe Argiolas, Stefano Bartolini, Anouk Grevin, Mauro Magatti, Elena Granata, Helen Alford, Vittorio Pelligra, Pier Luigi Porta, Renato Ruffini, Stefano Bartolini, Alessandra Smerilli, Vera Negri Zamagni. Attorno a loro si sono raccolte numerosi soggetti che operano in vari settori dell’associazionismo economico e sociale (Acli, Banca Etica, Economia di Comunione Spa, ecc.).

Comments are closed.