Denuncia di “Noi consumatori”: un sito vende carte d’identità clonate

di | 12 novembre 2013 | attualità | 0 commenti

angelo pisaniOrmai online si vende davvero di tutto, e l’illegalità è talmente diffusa che diventa regola nei meandri del web. “Ci è giunta oggi una segnalazione che mi ha lasciato veramente senza parole – esordisce l’avvocato Angelo Pisani, presidente nazionale dell’Associazione di consumatori “Noi consumatori” – la segnalazione riguarda un sito internet che propone di vendere, dietro cospicuo pagamento, carte d’identità “clonate”.

Possibile? Pisani non ha dubbi e cita le parole esatte del portale, che di definisce “unico fornitore di identità originali online dal 2009″. “È incredibile – commenta l’avvocato – dove arrivano le truffe sul web, vi è un tale sistema di illegalità diffusa che diventa prassi nel mondo virtuale”.
Nel mirino dei presunti contraffattori anche della Carta d’Identità Nazionale. Il portale promette di riprodurre fedelmente i documenti originali con tutti i sistemi di sicurezza e con numeri e dati esistenti. Poi chiarisce: “Questo tipo di documento è attualmente disponibile solo per l’Italia e il tempo di elaborazione è di minimo di 8 giorni fino a 15 giorni a seconda del numero di criteri selezionati”.

Ma non finisce qui. “È possibile – rivela Pisani – acquistare una tessera Sanitaria clonata per un supplemento di Euro 200 o di una tessera del codice fiscale in rilievo (codice fiscale verde e bianco) al costo di Euro 150”. La sorpresa aumenta quando si passa ai prezzi esorbitanti riservati ai passaporti per l’Italia, in offerta a soli 6000,00 euro; mentre per i diplomatici il portale venderebbe anche documenti per ambasciatori e diplomatici vari, al costo di partenza è di 25000,00 euro.
“Ma la cosa veramente grottesca – continua il presidente dell’associazione – è il testo del disclaimer: “Tutti i nostri programmi sono completamente legali e basati su programmi di naturalizzazione offerti dai rispettivi paesi e Governi. In alcuni casi la naturalizzazione può essere richiesta in applicazione alle leggi di cittadinanza per matrimonio, meriti professionali o investimento, azioni pro-bono, programmi di Carità”.

A questo punto, totalmente basito da quanto letto sul sito in questione, il presidente ha denunciato alle autorità competenti il portale web in questione ai fini di garantire l’avvio di indagini sulle finalità e le metodologie di manipolazione di sigilli, timbri di Stato e quant’altro necessario alla fabbricazione dei documenti identificativi.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.