Cutolo (Mcl): “Dal nuovo piano industriale Indesit una boccata d’ossigeno per l’area casertana”

di | 23 ottobre 2013 | economia | 0 commenti

indesit_stabilimento“La riduzione da 540 a 70 esuberi all’Indesit di Caserta rappresentano una gran bella notizia, che accogliamo con soddisfazione. Dimostra quando sia possibile rivedere, con un’attenta analisi del piano industriale, l’organizzazione del lavoro e dei segmenti produttivi salvaguardando i livelli occupazionali”. Michele Cutolo, commissario della sede casertana del Movimento Cristiano Lavoratori, ha così commentato la buona notizia che fa tirare un sospiro di sollievo a tanti.

“È  importante che ci sia stata una svolta così significativa – continua – perché ha tenuto conto dei problemi, anche di ordine sociale, che avrebbe comportato un disimpegno così doloroso dell’Indesit dall’area casertana”.

“Il Movimento Cristiano Lavoratori segue con attenzione tutte le vertenze che interessano il polo industriale di Caserta e, per quanto possibile, sostiene ogni possibile strategia di sviluppo dell’area. Ogni azienda ha diritto di rivedere le propria organizzazione, tuttavia non può prescindere dal ruolo fondamentale dei lavoratori. Se poi si scopre che, con interventi mirati, si può ancora investire in Italia e nel Mezzogiorno, i risultati sono garantiti, anche perché – conclude l’esponente della meritoria associazione – la lavorazione italiana conserva quel valore aggiunto difficilmente eguagliabile”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.