Crisi, il think tank competere.eu lancia “Progetto Paese”

di | 19 febbraio 2014 | economia | 0 commenti

crescitaNell’attesa che il nuovo governo vari politiche economiche d’intervento efficaci e tempestive, nasce un nuovo gruppo di esperti per capire come uscire dalla crisi. Si tratta di Progetto Paese: la piattaforma tematica lanciata dal think tank Competere.Eu (www.competere.eu) a cui lavoreranno oltre 20 studiosi coinvolti nel rilancio dell’economia italiana, allo scopo di elaborare e implementare politiche a sostegno dell’innovazione.
Presidente del think tank è il docente di business administration alla John Cabot University Pietro Paganini, mentre il segretario generale è il consulente di comunicazione strategica ed innovazione sociale Roberto Race. Coordinatore del dipartimento sulla public & private governance è il docente di Bilancio Consolidato all’Università del Piemonte Orientale Paolo Esposito, quello del dipartimento su Made in Italy e internazionalizzazione delle imprese è il docente di Economia e Management alla Liuc – Università Carlo Cattaneo e all’Università statale di San Pietroburgo Fabio Papa e quello del dipartimento sul fundraising è l’esperto in princìpi e tecniche di raccolta fondi e membro del consiglio direttivo di Euconsult Raffale Picilli.
Tra i fellow che seguiranno il mondo dell’impresa: il presidente di Confindustria Servizi Innovativi di Chieti e Pescara Alessandro Addari su internazionalizzazione e fabbisogni formativi delle imprese; il vicepresidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino su green economy e mezzogiorno; il responsabile comunicazione di Confindustria Belluno Andrea Ferrazzi su Nordest e politiche per lo sviluppo sostenibile della montagna; il manager Federico Riccio e il consulente aziendale Massimo Lucidi sulle politiche a sostegno delle imprese e il consigliere del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Padova Nicola Corsano sulla sicurezza sul lavoro.
I focus sulla macroeconomia, le politiche per lo sviluppo industriale e la riforma della fiscalità saranno tenuti dal docente di Politica economica internazionale presso l’Università brasiliana Ibmec Adriano Gianturco Gulisano, dall’esperto di diritto tributario e fondatore di baia Italia – Business Association Italy America Flavio Notari e dal docente di Economia industriale e macroeconomia all’Università di Verona e all’Università Bocconi Filippo Pavesi.
Particolare attenzione sarà dedicata alla riforma della giustizia e della macchina dello Stato con le analisi degli avvocati e docenti universitari Francesco Greco e Alfonso Trapuzzano.
A occuparsi di sicurezza nazionale e difesa saranno i due militari Francesco de Benedictis e Carlo Disma, il ricercatore all’Università di Firenze Francesco Niccolò Moro e il giornalista Antonio Picasso.
Di politiche del lavoro, politiche migratorie e di welfare, se ne occuperanno i ricercatori Serena Ciprietti e Antonio Di Marino.
Sul tema della riforma del sistema sanitario lavorerà il medico Antonio Dell’Anna.
Ad analizzare le sfide della comunicazione saranno gli esperti Paola Ortelli, Patrizio Perlini, Marina Ripoli e Maria Serra. Il focus sulla comunicazione di crisi sarà tenuto dal docente all’Università di Teramo Stefano Cianciotta.
Nasce anche un Osservatorio Expo, coordinato dall’imprenditrice Katiuscia Muscas, per capire come le istituzioni italiane si stanno preparando alla grande sfida del 2015.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.