Crisi, due buone notizie: si muove il Pil, cala il debito

di | 14 febbraio 2014 | attualità | 0 commenti

debitoFinalmente due buone notizie sul fronte della crisi economica. Infatti proprio quando i dati mostrano che la nostra economia può tornare a tirare un sospiro di sollievo perché il Pil torna a crescere nell’ultimo trimestre del 2013, anche Bankitalia diffonde dati positivi: il debito delle amministrazioni pubbliche a fine dicembre 2013 scende di 36,5 miliardi rispetto a novembre, attestandosi a 2.067,5 miliardi di euro.
A novembre, lo ricordiamo, il debito aveva raggiunto la cifra record di 2.104,042 miliardi di euro. Tuttavia, se confrontato con il dato di fine dicembre 2012, l’indebitamento delle amministrazioni pubbliche risulta in aumento di 78,021 miliardi.
Per quanto riguarda le entrate fiscali, queste nel 2013 hanno segnato un leggerissimo aumento. Secondo i calcoli del supplemento finanza pubblica al Bollettino statistico, hanno registrato nell’intero anno, al momento della contabilizzazione di via XX settembre, un incremento dello 0,26% rispetto al 2012.
Il nostro Pil nel quarto trimestre è aumentato dello 0,1% (trimestre su trimestre) dopo la stabilizzazione dei mesi estivi. Il dato è in linea con le attese e rappresenta il primo aumento dal secondo trimestre 2011. In particolare, secondo quanto indicato dall’Istat, il “lieve incremento congiunturale è la sintesi di un andamento positivo del valore aggiunto nei settori dell’agricoltura e dell’industria e di una variazione nulla del valore aggiunto nel comparti dei servizi”. Nel 2013 il Pil corretto per gli effetti di calendario “è diminuito dell’1,9%”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.