Costa Concordia, blitz di Legambiente contro i ritardi nella rimozione

di | 16 agosto 2013 | attualità | Commenti disabilitati su Costa Concordia, blitz di Legambiente contro i ritardi nella rimozione

goletta verdeUno striscione dal contenuto inequivocabile (“581 Giorni: la Concordia è ancora qui”)  di oltre 12 metri srotolato sulla Goletta Verde dai volontari di Legambiente a pochi metri dalla nave della Costa Concordia per ricordare che dopo 13.944 ore, il relitto della nave è ancora bloccato nelle acque dell’Isola del Giglio.

Si è infatti da poco concluso – riferisce l’associazione ambientalista in una nota – il blitz di Legambiente per denunciare i ritardi, le incertezze e i continui slittamenti legati alla rimozione della Costa Concordia, “un romanzo noir dalle tinte fosche e senza ancora un finale scritto”. “Dopo 581 giorni come in un gioco dell’oca si ritorna sempre al punto di partenza – afferma  Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale Legambiente – siamo seriamente preoccupati: la nave potrebbe rimanere per sempre al Giglio visto che nessuno chiarisce e garantisce se e quando verrà rimossa. Siamo davanti a una vera e propria emergenza nazionale che sembra ignorata dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti che in questi 581 giorni si è evidenziato per la sua latitanza e mutismo”.

Il presidente di Legambiente si chiede, dunque, “cosa si aspetta per capire che più passa il tempo, più slittano i tempi dei lavori di messa in galleggiamento e rimozione della Concordia più aumenta a dismisura il rischio di pericolosi sversamenti in mare dell’enorme quantità di sostanze tossiche presenti nella città galleggiante, senza pensare al rischio di fratturazione e cedimento del relitto nel caso della rimozione della nave”.

“Sulla Costa Concordia – conclude – è in gioco la credibilità del nostro paese. Gli abitanti e tutti coloro che amano l’Isola del Giglio aspettano atti concreti per evitare che questa tragedia possa trasformarsi anche in un disastro ambientale ed economico”.

Comments are closed.