Controlli delle Fiamme Gialle sulla spesa previdenziale

di | 26 agosto 2013 | attualità | Commenti disabilitati su Controlli delle Fiamme Gialle sulla spesa previdenziale

GdfIn un momento difficile come quello che sta attraversando il nostro Paese, nel quale ai cittadini sono stati richiesti ulteriori, pesanti sacrifici, tutti i comportamenti che danneggiano la solidarietà sociale devono essere combattuti con estrema decisione. In questo quadro si inserisce la denuncia effettuata dalla Guardia di Finanza a carico di una donna del Casertano che continuava a percepire la pensione della madre, nonostante la donna fosse morta nel febbraio 2009. L’ipotesi di reato è di truffa. Gli atti sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. 

Il tutto è avvenuto nell’ambito di accertamenti in materia di spesa pubblica e, in particolare, sulle pensioni, scaturiti dopo una mirata attività di analisi di rischio, condotta attraverso l’incrocio dei dati dell’Ente previdenziale con quelli dell’Anagrafe Tributaria e la Compagnia di Caserta.

La donna, munita di delega, riscuoteva la pensione di oltre 900 euro che mensilmente veniva accreditata sul libretto postale cointestato con la defunta, per un importo complessivo di circa 50 mila euro. Le successive indagini hanno consentito di individuare e sottoporre a sequestro il c/c postale, nonché tutta la documentazione utilizzata per porre in essere la truffa. In particolare, è stato rinvenuto il libretto cointestato tra madre e figlia utilizzato per percepire indebitamente gli emolumenti pensionistici e sul quale sono stati rilevati tutti gli accrediti.

Massima, dunque, è l’attenzione delle Fiamme Gialle nel contrasto alla evasione fiscale, ma altrettanto rigore nel controllo della spesa pubblica e, in particolare, di quella previdenziale. Poiché spesso si sente parlare di casi del genere, sorge spontanea una domanda: non sarebbe il caso di predisporre un iter a prova di falsificazione per impedire che tali condotte vengano poste in essere?

Comments are closed.