Conapo: “Sbloccare le assunzioni dei vigili del fuoco”

vigilessa del fuocoLa recente legge di stabilità ha previsto un minimo incremento delle assunzioni, portando il turn over dei vigili del fuoco al 55% dei pensionamenti. Ma l’avvicendamento in seno a quelli che, a ragione, sono considerati gli “angeli custodi” dei cittadini, è necessario e deve avvenire con un margine più ampio.

“Questa misura – sottolinea in una nota Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, sindacato autonomo vigili del fuoco – è  ancora insufficiente a sanare le difficoltà operative del corpo, poiché, di questo passo e continuando nei tagli, risulterebbe compromessa la capacità di fronteggiare come in passato, eventuali malaugurate calamità nazionali di elevata gravità”. L’impegno dei vigili del fuoco durante le festività, e in particolare a capodanno, per salvaguardare la sicurezza dei cittadini è stato notevole.

“La concomitanza dei numerosi eventi sismici alternati al maltempo, e le necessità di pronta vigilanza nei giorni delle festività – evidenzia il sindacalista – hanno impegnato non poco l’apparato di soccorso pubblico nazionale, che peraltro, a causa dei tagli alle assunzioni, risente delle difficoltà operative dovute alla carenza di personale, carenza che diventerà pericolosa nel 2015/2016 se il governo non sblocca le assunzioni”.  “In ogni caso – conclude – il personale, pur nelle difficoltà causate dai tagli, procede senza sosta alle verifiche degli edifici coinvolti nel terremoto avvenuto domenica scorsa nel Matese, affinché il disagio per la popolazione fuori casa venga quanto più possibile contenuto”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.