Comunarie 5 stelle di Genova, Cassimatis a Grillo: il voto è democrazia

“L’intervento a gamba tesa che tanto ha fatto discutere l’Italia doveva servire a far andare le cose come era stato pianificato. Ma siete arrivati voi che avete votato senza alcun condizionamento e avete sparigliato le carte. È la democrazia, bellezza!”. Così la professoressa Marika Cassimatis, candidata sindaco di Genova per il Movimento 5 Stelle espulsa da Beppe Grillo e riammessa dai giudici, stamani via Fb invita il leader del movimento a rispettare “la democrazia”.

    “C’è sicuramente qualcuno che si fregava le mani, dietro le quinte, convinto di un risultato già scontato. Non sono qui per divertirmi a sfasciare piani altrui ma per dare voce a chi la propria voce non è mai riuscito a farla sentire proprio perché qualcun’altro ha tessuto, dietro le quinte, i piani anche per lui”.

Parole, paradossalmente, in pieno spirito grillino. Eppure il vero volto del M5s è ormai noto: un partito padronale antidemocratico.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.